Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

GESTIONE RAEE

“Parte da Chieti, in collaborazione con il Comune di Montelsivano, il progetto Servizi ai Comuni 2017 che vede coinvolti 140 Comuni in tutta Italia (48 nel Nord, 34 nel Centro e 48 nel Sud e Isole) volto ad individuare le corrette strategie di gestione e le modalità attraverso le quali incrementare e migliorare ulteriormente la qualità della raccolta dei RAEE, rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche”. Lo rende noto l’Assessore all’Ambiente e Gestione dei rifiuti urbani, Alessandro Bevilacqua, a margine del primo degli incontri promossi da Ancitel Energia & Ambiente con il Centro di coordinamento RAEE.

Alla riunione, svoltasi presso la Sala Consiliare del Comune di Montesilvano, hanno partecipato gli Assessori all’Igiene Urbana e al Commercio del Comune di Montesilvano, il referente di Formula Ambiente, Ing. Nicola Della Corina, distributori ed installatori di apparecchiature elettroniche del territorio, i quali hanno incontrato Alessandra Picini, ingegnere di Ancitel Energia & Ambiente.

Come evidenziato dall’Ing. Picini, le normative prevedono per i Comuni premialità sulla base delle quantità dei RAEE conferiti. Il progetto intende, quindi, mettere a punto soluzioni in grado ottimizzarne la raccolta migliorando l’efficacia dei sistemi comunali di gestione di questa tipologia di rifiuti.

«L’incontro formativo – commenta l’Assessore Bevilacqua – ha evidenziato la necessità di potenziare, alla luce della nuova normativa, la raccolta dei RAEE e di coordinare le azioni per la gestione delle stesse apparecchiature elettroniche. Chieti si pone al di sopra della media nazionale con una produzione procapite di RAEE di 4,2 kg per abitante l’anno. L’Amministrazione comunale intende ulteriormente migliorare la gestione dei due Centri di Raccolta (in via Aterno ed in via Masci) con la creazione di un Centrodi Riusodove, nell’ambito di una politica di riduzione dei rifiuti, le apparecchiature elettriche ed elettroniche conferite potranno essere valorizzate come beni riutilizzabili per essere poi reimmessi sul mercato.

In seguito al rapido susseguirsi delle innovazioni tecnologiche – prosegue l’Assessore Bevilacqua - i RAEE stanno crescendo a un ritmo preoccupante: in media tre volte in più rispetto ai normali rifiuti solidi urbani che produciamo quotidianamente. Il rischio è che questi rifiuti, spesso pericolosi, vengano dispersi nell’ambiente o non opportunamente trattati. I centri di raccolta diventano, pertanto, delle strutture imprescindibili in quanto permettono al cittadino di conferire in modo autonomo e responsabile tipologie di rifiuto che non possono essere consegnate alla raccolta domiciliare».