Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

TRASPORTO PUBBLICO

  • Stampa

L’integrazione estiva degli abbonamenti annuali valida

solo sui servizi effettuati da T.U.A.

Assessore Colantonio: “Inoltrerò formale protesta al Presidente della Regione”

 

 “I trasporti pubblici regionali utilizzano, ormai, il libero arbitrio senza darne notizia all'Amministrazione comunale e all'Assessore ai Trasporti competente con il risultato di penalizzare gli utenti. La Città di Chieti ha un territorio servito da circa 240 chilometri di strade comunali e il trasporto pubblico dovrebbero favorire in più possibile gli svantaggiati”.

E’ quanto dichiara l’Assessore ai Trasporti e Viabilità, Mario Colantonio, a proposito della decisione da parte di TUA, società unica di trasporto abruzzese, di rendere valida l’integrazione estiva degli abbonamenti annuali per gli studenti esclusivamente sui servizi effettuati da TUA.

 

«Considerando che la maggioranza degli abbonamenti degli studenti vengono contrattati ed erogati da TUA – aggiunge l’Assessore Colantonio - gli utenti  di Chieti che hanno regolarmente pagato l'estensione dell'abbonamento entro il 30 giugno non possono utilizzare i mezzi de La Panoramica per prendere i mezzi della TUA, e viceversa, se non pagando un ulteriore biglietto.


Nel corso degli anni, si è cercato di incentivare l'uso del mezzo pubblico per gli spostamenti urbani ed extraurbani, utilizzato, durante il periodo scolastico, da tantissimi studenti, ritengo la maggioranza di essi, per recarsi a scuola e potendo contare sull’abbonamento annuale che, per alcuni territori, riveste il criterio del biglietto UNICO. In pratica, chi proviene da Pescara, utilizzando mezzi della TUA, può interscambiare il mezzo utilizzando, nel caso di Chieti, gli autobus della Panoramica.

 

Avvengono, però, cose, sconosciute ai più, che creano notevoli disagi e scompensi sul territorio.


In data 8 giugno
specifica l’Assessore Colantonio - TUA ha affisso un avviso rivolto al l'utenza nel quale si precisa che, nel pagare, tassativamente entro il 30 giugno, data di scadenza dell’abbonamento annuale, l'estensione dell'abbonamento, la stessa sarà valida per lo stesso percorso dell'abbonamento posseduto dallo studente.Con tale modalità, apparentemente favorevole ai giovani, TUA incentiva l’estensione dell'abbonamento posseduto incentivando l'uso del trasporto pubblico anche per motivi turistici.

Ma in data 5 luglio, cioè dopo la scadenza del rinnovo, TUA ha emesso un'altro avviso che cita testualmente:

“Si informano i Signori Viaggiatori che l'integrazione estiva degli abbonamenti annuali per gli studenti è valida esclusivamente sui servizi effettuati da TUA che sostiene in questo modo la politica di promozione della mobilità studentesca sui servizi pubblici della Regione Abruzzo”.

Nei prossimi giorni inoltrerò formale protesta al Presidente della Regione e al delegato regionale ai Trasporti che, evidentemente, non conoscono tali problematiche».