Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Igiene Pubblica, lotta ai piccioni Assessore Bevilacqua: “Istallati i primi dissuasori in Corso Marrucino. Si attivino anche i privati”

“Come preannunciato, l’Assessorato Igiene e Sanità ha avviato l’attività di prevenzione volta a combattere la creazione e produzione di escrementi procedendo all'installazione di dissuasori per piccioni di nuova generazione per migliorare le condizioni igieniche di alcuni edifici pubblici in cui la nidificazione dei volatili ha portato all'accumulo delle deiezioni in corrispondenza di davanzali, cornicioni, architravi e ingressi.” Lo rende noto l’Assessore all’Igiene e Sanità, Alessandro Bevilacqua.

 

«Nello specifico, sono già stati istallati oltre 25 metri lineari di punte antivolatili posizionati in Corso Marrucino sull’edificio del Convitto Nazionale e del Liceo Classico G. B. Vico nei potenziali punti di appoggio e ripari disponibili ai volatili. Inoltre, la società Formulambiente che gestisce l’igiene urbana nella città di Chieti ha provveduto ad ordinare ulteriori quantitativi di dispositivi per proseguire l’attività di posizionamento su altri edifici pubblici. In considerazione delle spese non più sostenibili che il Comune avrebbe dovuto affrontare per la pulizia delle vie infestate, non previste in capitolato, si è deciso di intervenire a monte cercando di evitare il problema alla fonte. Devo tuttavia rilevare che le criticità riscontrate sono spesso causate dall’incuria da parte dei proprietari di edifici privati dove, purtroppo, si moltiplicano luoghi di nidificazione che determinano l’accumulo di sporcizia ed escrementi su marciapiedi pubblici, facciate, tubi di scarico, balconi e veicoli.

Pertanto, confidando nella collaborazione dei cittadini, chiederemo anche ai proprietari degli immobili che rientrano in zone critiche di attivarsi nella istallazione di dispositivi che possano contribuire a limitare la presenza dei volatili. “Prevenire è meglio che curare”».