Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Vice Sindaco Giampietro - Comunicato - Refezione scolastica, no alle strumentalizzazioni

“Trovare gli equilibri è cosa complicata quando si amministra con senso di responsabilità per tutta la collettività ma stiamo lavorando di concerto con Dirigenti Scolastici e con l’apporto dei rappresentanti dei Consigli di Istituto per raggiungere le migliori soluzioni possibili”.

Lo afferma il Vice Sindaco, Giuseppe Giampietro, che aggiunge: «Questa mattina, dai dati in nostro possesso, risulta che solo cinque alunni della scuola di via Amiterno hanno portato da casa il pranzo. I bambini, tuttavia, hanno comunque consumato il pasto messo a disposizione in quanto il regolamento vieta di introdurre nei locali della mensa scolastica cibi portati dall’esterno. Ciò dimostra come sia fallito il tentativo, cavalcato dai Consiglieri di opposizione Luigi Febo e Alessandro Marzoli, di strumentalizzare una vicenda che questa Amministrazione sta affrontando con equilibrio e senso di responsabilità. Quanto ai menù, stiamo organizzando degli incontri con tutte le parti interessate, coinvolgendo docenti e nutrizionisti, al fine di ottimizzare il più possibile l’appetibilità dei cibi in vista dell’inizio del nuovo anno scolastico.

 

Rattrista e sconcerta apprendere che alcuni genitori si siano rivolti ad un tale che in questi anni, con la sua pseudo azione politica, non ha portato alcun beneficio alla città e che oggi si ritrova ad inscenare proteste quando non ha mai riservato particolari attenzioni al mondo della scuola anzi non lo ha considerato affatto. A Luigi Febo, che non si lascia sfuggire ghiotte occasioni per avere spazio sui giornali, consiglio un bagno di umiltà ricordando il suo operato ed i suoi clamorosi insuccessi. Con le sue esternazioni, mostra palesemente di non sapere di cosa parla. Ad ogni buon conto – prosegue il Vice Sindaco - l’Amministratore comunale ha aperto un tavolo di lavoro con i Dirigenti scolastici ed i Presidenti dei circoli didattici per verificare le condizioni e le possibilità di una rimodulazione dell’attuale impianto tariffario per la refezione scolastica  che non veniva aggiornato dal 2006. I costi, ancora oggi, sono in linea, se non tra i più bassi, con quelli di  altri comuni abruzzesi e italiani. Pertanto, fermo restando l’adeguamento tariffario, nell’ottica di venire incontro alle difficoltà delle famiglie, stiamo operando una revisione dei  prezzi in base alle fasce di reddito, prevedendo esenzioni e riduzioni.

Quanto alla Commissione Mense, dopo un attento e costante lavoro svolto con i Dirigenti scolastici e grazie anche al supporto del Consigliere comunale Marco Di Paolo, il Regolamento per la sua costituzione è pronto e, a breve, seguirà l’iter burocratico per approdare in Consiglio Comunale. Stia, dunque, pure tranquillo il Consigliere Marzoli, che non abbiamo certo bisogno dei suoi suggerimenti.

La smettano alcuni personaggi che non si sono mai occupati del mondo della scuola e che oggi desiderano ardentemente salire alla ribalta della cronaca, di fare del populismo spiccio e di assumere atteggiamenti strumentali. Il mondo della scuola non merita questo. Le attenzioni di questa Amministrazione verso le scuole cittadine sono massime, ne sono testimonianza i rapporti con i Dirigenti scolastici, sempre coinvolti, le infinite iniziative realizzate, alcune delle quali alla ribalta nazionale, i risultati raggiunti in questi anni.»