Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Assessore Viola - Comunicato - Utilizzo impianti sportivi, incontro con le società di atletica

Utilizzo impianti sportivi: la legge impone che le società partecipino ai costi di gestione. 

Assessore Viola: “Domani incontreremo le società di atletica per definire una soluzione che riguardi il debito pregresso e le tariffe da applicare per il futuro” 

“E’ impensabile che per l’utilizzo degli impianti sportivi comunali non vengano corrisposti i relativi oneri. Si tratta di servizi a domanda individuale e, pertanto, è obbligatoria la copertura da parte dell’utente. Domani, con il Vice Sindaco Giuseppe Giampietro, incontreremo i rappresentanti delle sette società di atletica leggera che utilizzano lo Stadio Angelini per trovare una soluzione”. E’ quanto sottolinea l’Assessore allo Sport, Antonio Viola, replicando alle dichiarazioni rilasciate dal consigliere di opposizione, Alessandro Marzoli.

 

«Non è possibile, né da un punto di vista legislativo né sotto il profilo dell’etica, che i costi di utilizzo degli impianti sportivi debbano ricadere sulle spalle dell’intera collettività – ha aggiunto l’Assessore Viola – Fa specie, inoltre, che sia proprio Marzoli ad intervenire rilasciando dichiarazioni che hanno il sapore della difesa di chi, in tanti anni, non ha versato al Comune alcunché e mi riferisco, in particolare, all’utilizzo del Palatricalle. Forse Marzoli dovrebbe ricordare che fu proprio il centro sinistra, dal 2005 al 2010, a non richiedere il pagamento delle tariffe alle società lasciandole cadere in prescrizione. Oggi i nodi vengono al pettine con le diffide del Comune che, oltre ad essere un atto dovuto, pongono l’Ente al riparo da eventuali azioni da parte della Corte dei Conti.

Va precisato che le tariffe sono state determinate dall’allora Dirigente del Settore in base alla stima dei costi di gestione dello Stadio Angelini. Ad ogni modo, desidero ribadire ancora una volta che l’Amministrazione Comunale tiene particolarmente alle società di atletica, alcune delle quali ormai storico vessillo della città di Chieti, e non vogliamo in alcun modo privarcene. Già dalla scorsa settimana, è stata fissata una riunione con i rappresentanti dei sodalizi che incontrerò domani, insieme al Vice Sindaco Giampietro, per cercare di addivenire ad una soluzione sul debito pregresso e sui futuri rapporti. Faremo di tutto per venire loro incontro e per far si che lo sport possa continuare ad essere praticato a Chieti. Ritengo, però, che le società debbano iniziare a considerare la possibilità di associarsi tra loro.  

Quanto alla Piscina, la nuova gestione della Teateservizi sta dando riscontri positivi e lo dimostrano le continue testimonianze da parte di utenti ed atleti. Per il Palatricalle, ritengo che la soluzione migliore, in carenza di fondi e di personale, sia quella di affidare l’impianto alla stessa società Teateservizi. Su tale possibilità gli uffici sono all’opera per studiare il percorso più corretto.»