Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Ass. Viola - Comunicato - Chiarezza sulla gestione dello Stadio Angelini

Assessore Viola: “Alla Chieti Calcio sono stati richiesti dei semplici chiarimenti sull’offerta economica e sulla garanzia di utilizzo dell’impianto da parte di tutte le società sportive”

“Credo che si stia alimentando una tempesta in un bicchiere d’acqua. La gara per l’affidamento della gestione e manutenzione dello Stadio Angelini è tutt’ora in corso. Nell’avviso di gara era specificatamente previsto che la Commissione presieduta dal Dirigente del V settore, ing. Paolo Intorbida, e composta dall’arch. Colacito e dalla dott.ssa Vernaci, tutte persone che godono della massima fiducia da parte dell’Amministrazione, avrebbe potuto invitare l’offerente, in questo caso la Chieti Calcio, a fornire chiarimenti”.  E’ quanto ha tra l’altro specificato l’Assessore allo Sport, Antonio Viola, nel corso della Conferenza Stampa per fare chiarezza sulla gestione dello Stadio Angelini alla quale ha partecipato il Dirigente del V settore, Ing. Paolo Intorbida.

 

«Tre sono i punti sui quali la Commissione intende fare chiarezza – ha aggiunto l’Assessore Viola – 1): nell’offerta, la Chieti Calcio fa riferimento alla realizzazione di un campo di calcio senza indicare dove, né allegare planimetrie. La commissione chiede di sapere, pertanto, dove verrà realizzata la struttura. Se dovesse essere previsto di realizzarla all’esterno dello stadio, vorrei ricordare che stiamo parlando di una gara per l’affidamento e la gestione dello Stadio Angelini e tutto ciò che eventualmente non riguardasse l’impianto non può essere presto in considerazione. 2): abbiamo preventivato un costo di gestione e manutenzione dello Stadio Angelini di 253.000 euro. L’offerta della Chieti Calcio è di 90.000 euro, di molto difforme da quanto indicato nel capitolato d’appalto. Aggiungo che, solo per il pagamento delle utenze, il Comune paga circa 40.000 euro l’anno. Abbiamo, pertanto, chiesto chiarimenti in merito all’offerta. 3): la mancata indicazione di introiti provenienti dalle società di atletica che usufruiscono dello Stadio. Per l’Amministrazione comunale, sette società di atletica che utilizzano lo stadio sono importantissime. Alcune di queste svolgono la propria attività da oltre 50 anni. Nel bando di gara, è stato, quindi, espressamente inserito che tutte le società possano continuare a fruire della struttura e chi gestirà lo Stadio dovrà garantire che tutti possano espletare attività.

Chi ha chiuso il confronto non è certo l’Amministrazione Comunale che è disponibile ad interloquire sempre con tutti. Abbiamo tutto l’interesse ad affidare lo Stadio Angelini. Ma ci devono essere forniti quei chiarimenti richiesti che riguardano preoccupazioni più che legittime. Ci aspettiamo che la Chieti calcio risponda e che si possa arrivare all’aggiudicazione dell’Angelini. Noi stiamo agendo nell’interesse esclusivo della città di Chieti.»