Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Stadio del Nuoto: il Comune di Chieti affida il servizio di gestione, per 25 anni, alla Ditta ESA Sales Network s.r.l. coadiuvata dalle Associazioni SSD Adriatika Nuoto e ASD Maiella Nuoto

Nuova vita per l’impianto sportivo di via Maestri del Lavoro che diventerà una struttura polivalente aperta allo sport, alla cultura, al divertimento e agli eventi 

Interventi straordinari per oltre 2.500.000,00 euro nei prossimi 4 anni e nuovo look all’area verde “della Collinetta” intorno alle piscine comunali

 

“Lo “Stadio del Nuoto” di Chietidi via Maestri del Lavoro sarà gestito in concessione, per 25 anni, dalla ditta ESA Sales Network s.r.l., coadiuvata dalle associazioni SSD Adriatika Nuoto e ASD Maiella Nuoto. Il Comune di Chieti, venerdì 31 gennaio 2020, tramite verbale formale, ha consegnato l’impianto composto da vasca olimpionica scoperta, vasca tuffi scoperta, vasca semi-olimpionica coperta, vasca baby ricreativa e gli attigui locali che ospitano gli spogliatoi, il bar, la segreteria e la palestra al nuovo Concessionario”.

I dettagli della gara e dell’aggiudicazione sono stati illustrati, questa mattina, dal Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, dall’Assessore allo Sport, Antonio Viola, e dal Consigliere Comunale Marco Russo nel corso di una conferenza stampa. 

«ESA Sales Network– ha spiegato il Sindaco Di Primio – che succede, negli ultimi dieci, alla gestione dell’ASD Teate Splashing, a quella di Teateservizi e all’impegno diretto da parte del Comune, oltre alla manutenzione ordinaria dell’impianto sportivo comunale dovrà garantire, a

suo totale carico, l’esecuzione dei lavori di manutenzione straordinaria, i collaudi delle strutture e il certificato di agibilità. Tali interventi, per un valore economico di  € 2.574.775,75,  dovranno essere effettuati, nello specifico, entro 1460 giorni(quattro anni).

Il Concessionario, per la gestione del servizio del valore di oltre 31milioni di euro, dovrà corrispondere al Comune di Chieti un canone di gestione di € 21.960,00 all’anno, per i 25 anni di gestione.

In capo ad Esa Sales vi saranno la:

  • programmazione, organizzazione e coordinamento dell’attività sportiva compresa l’attività didattica non agonistica e agonistica, la promozione dell’impianto e dell’attività natatoria;
  • gestione in via esclusiva, salvo subappalto appositamente autorizzato, della scuola di nuoto;
  • apertura, chiusura, sorveglianza e custodia dell’impianto;
  • conduzione impianto di riscaldamento ed erogazione di acqua calda;
  • conduzione degli impianti tecnologici;
  • trattamento delle acque;
  • pulizia dell’intero complesso;
  • il buon funzionamento di tutte le attività, la sicurezza degli utenti e del personale ed il decoro;
  • direzione amministrativa, tecnica e organizzativa;
  • rispetto degli obblighi di legge in materia di piscine;
  • assistenza dei bagnanti con la presenza di addetti al salvamento;
  • rispetto degli obblighi di legge circa la presenza e l’utilizzo del Defibrillatore;
  • attività di segreteria con personale;
  • gestione della pubblicità e delle attività promozionali all’interno e all’esterno dell’impianto;
  • gestione dell’eventuale attività di somministrazione di alimenti e bevande(bar/ristorazione e attività connesse);
  • possibilità di gestire un’attività di commercio al dettaglio di prodotti del settore merceologico non alimentare e di altri servizi/attività che è possibile attivare.

«Siamo molto soddisfatti dell’aggiudicazione della gara dello Stadio del Nuoto alla società teatina Esa Sales – ha commentato il Sindaco -. Fino al mese di giugno ci sarà un affiancamento e dal periodo estivo la ditta darà seguito a tutte le attività, sopratutto quelle straordinarie e particolari, per il funzionamento e il rilancio dell’impianto. Le garanzie per il Comune e per gli utenti sono tutte racchiuse nei primi quattro anni di gestione del nuovo Concessionario, che assicurerà interventi importantissimi alla struttura e lavori extra anche nell’area limitrofa allo Stadio del Nuoto. Mi riferisco, ad esempio, all’area verde dello Scalo detta “della Collinetta” che diventerà, insieme alla piscina, luogo di eventi, spettacoli e cultura. Si chiude un periodo di gestione, talvolta anche difficile dal punto di vista economico, ma durante il quale lo Stadio del Nuoto non è mai rimasto chiuso all’utenza, e si apre un nuovo momento che auspichiamo di innovazione e di grande qualità per la cittadinanza».   

«Si è chiuso un iter - ha detto l’Assessore Viola - quello dell’aggiudicazione della concessione del servizio della Piscina Comunale che, dal punto di vista amministrativo, non era per nulla scontato portare a felice compimento, viste le analoghe vicende che hanno interessato città come Pescara, Lanciano e Francavilla. Anche se preoccupati, i risultati ci danno ragione e i sacrifici sono stati ripagati con l’aggiudicazione dell’impianto comunale ad una società seria ma soprattutto solida dal punto di vista economico, garanzia, quest’ultima, di rispetto del capitolato d’appalto. Il ringraziamento dell’amministrazione comunale non può che andare alla stessa società, alla Federazione Italiana Nuoto che in questi mesi ci ha aiutato, al personale tecnico della piscina che non ha mai fatto mancare il proprio appoggio e agli Uffici comunali competenti. Lo Stadio del Nuoto, da domani, non sarà più un semplice impianto sportivo comunale ma un Impianto Polivalente con al centro lo sport, la cultura, le attività ludico-ricreative, gli eventi, gli spettacoli».    

«Cinque/dieci anni fa, periodo concomitante al mio assessorato – ha aggiunto il Consigliere Marco Russo - abbiamo gestito un impianto sportivo comunale con a carico dell’Ente tutti i lavori di manutenzione straordinaria e solo quelli ordinari di competenza dell’associazione che aveva l’affidamento. Oggi lo Stadio del Nuoto cambia passo: la gestione imprenditoriale che sarà assicurata dalla Società Esa Sales rappresenterà il vero futuro della struttura».   

 

La via d'uscita "spot contro violenza donne"