Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Disposizioni di carattere igienico-sanitario

Misure preventive contro la nidificazione dei piccioni, pulizia delle aree verdi private, sterilizzazione gatti che vivono in colonie feline, derattizzazione immobili pubblici e privati ed esercizi commerciali

 

MISURE PREVENTIVE CONTRO LA NIDIFICAZIONE DEI PICCIONI

“A seguito di ripetute segnalazioni da parte di cittadini circa inconvenienti igienico sanitari causati dalla nidificazione di piccioni e il possibile pericolo ad essa collegata di trasmissione di malattie infettive e parassitarie all’uomo e agli animali domestici, si comunica che è vietato alimentare i piccioni urbanizzati, presenti allo stato libero su tutto il territorio comunale, nonché gettare sul suolo pubblico granaglie, scarti e avanzi alimentari perchè di fatto aumenta, in modo innaturale, la loro capacità di riproduzione, contribuendo così ad aggravare un fenomeno che può arrecare seri danni alla collettività”. È quanto fa sapere l’Assessore all’Igiene Urbana, Alessandro Bevilacqua.

«Richiamata l’ordinanza sindacale n.48 del 15/03/2016 – continua l’Assessore – si ricorda altresì che i proprietari di edifici situati nell’ambito urbano e

gli amministratori condominiali devono provvedere, a propria cura e spese, al risanamento e alla ripulitura periodica dei locali e degli anfratti nei quali i piccioni nidificano e depositano guano; alla chiusura di tutte le aperture di aerazione e degli accessi attraverso i quali i piccioni possono introdursi e trovare riparo o luogo per la nidificazione; impedire la sosta dei piccioni sui davanzali e nei cortili applicando dissuasori nei punti di posa».

La mancata ottemperanza del provvedimento comporterà l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria.

 

PULIZIA DELLE AREE VERDI  PRIVATE

L’Assessore Alessandro Bevilacqua ricorda altresì che, al fine di evitare inconvenienti igienico-sanitari causati dalla mancata pulizia di aree a verde di proprietà, richiamata anche l’ordinanza sindacale n. 62 del 28/06/2016, è fatto ordine ai proprietari, amministratori e usufruttuari di terreni, giardini, aree agricole e aree verdi ubicate nel territorio comunale, confinanti e non con siti pubblici e fabbricati e ai responsabili di strutture artigianali e commerciali con annesse aree pertinenziali, di procedere a propria cura e spese all’effettuazione del taglio dell’erba e della vegetazione, estirpazione di erbacce e cespugli con rimozione dei residui di sfalcio e di rifiuti vari durante tutto l’arco dell’anno.

La mancata ottemperanza del provvedimento comporterà l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria.

 

STERILIZZAZIONE GATTI CHE VIVONO IN COLONIE FELINE

L’Assessore Alessandro Bevilacqua, sentito il responsabile “Randagismo e Igiene Urbana Veterinaria” della Asl 02, comunica ai responsabili delle colonie feline autorizzate che le sterilizzazioni dei gatti saranno effettuate tutti i lunedì mattina presso il Canile Sanitario di Lanciano, sito in Contrada Villa Martelli n.1.

La richiesta deve essere inviata preventivamente per posta elettronica ai seguenti indirizzi canileQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. con l’indicazione del numero dei gatti da sterilizzare; il nominativo del referente responsabile della colonia felina e il suo numero di telefono; il codice ed indirizzo della colonia. Il responsabile della colonia felina deve essere registrato in SIVRA.

 

DERATTIZZAZIONE IMMOBILI PUBBLICI E PRIVATI ED ESERCIZI COMMERCIALI

Tutti i cittadini proprietari di beni immobili pubblici e privati e i titolari e gestori di attività a rischio di infezione murina (negozi, magazzini di genere alimentare, bar, ristoranti, alberghi, macellerie, pescherie, panifici) devono provvedere a proprie spese all’integrale derattizzazione delle aree e degli immobili (edifici, depositi, scantinati, soffitte, sottotetti) avvalendosi di ditte specializzate, effettuando almeno due trattamenti ad intervalli trimestrali e comunque ogni qual volta se ne ravvisi la necessità.

L’Assessore Bevilacqua ricorda che, a tutela della salute e dell’igiene, è vietato l’abbandono di rifiuti negli spazi pubblici e privati; le granaglie e i mangimi devono essere conservati in contenitori di metallo o plastica richiudibili; le ciotole contenenti il cibo per animali d’affezione deve essere ritirato la sera.

Le date di esecuzione della derattizzazione e il nominativo della ditta incaricata devono essere comunicate con nota scritta al Comando della Polizia Municipale e al Servizio Sanità comunale.

La ditta, a derattizzazione avvenuta, dovrà rilasciare la dichiarazione di avvenuta operazione da inviare al Comando di Polizia Municipale e al Servizio Sanità comunale.

La mancata ottemperanza comporterà l’applicazione delle sanzioni di legge. 

 

La via d'uscita "spot contro violenza donne"