Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

NUOVA VITA PER PALAZZO DE’ MAYO A CHIETI GRAZIE ALLA FONDAZIONE BANCO DI NAPOLI - INAUGURATA LA MOSTRA DEL TEATRO SAN CARLO DI NAPOLI

Nuova vita per Palazzo de’ Mayo a Chieti con la Fondazione Banco di Napoli che ha incorporato la Fondazione Chieti per l’Abruzzo e il Molise. Primo passo verso un futuro solido con l’inaugurazione della mostra scenografica ‘Arte e Teatro’ realizzata dal Teatro di San Carlo di Napoli: 35 straordinari costumi di scena utilizzati nel tour mondiale del Massimo partenopeo, pezzi unici che conservano la memoria dell’arte e della cultura, realizzati da Giusy Giustino Direttore del reparto Costumi del San Carlo sotto la direzione dello storico scenografo Nicola Rubertelli. Da Faust a Otello, passando per la Nike utilizzata dal maestro Roberto De Simone, un percorso artistico che lascia senza fiato. Da domenica 2 giugno, alle ore 18.00, la mostra è aperta al pubblico.

«Con questa fusione tra due fondazione bancarie meridionali costruiamo ponti di solidarietà all’insegna della promozione artistica e del dialogo sociale - ha detto Rossella Paliotto, Presidente della Fondazione Banco di Napoli -. Abbiamo portato a Chieti un'eccellenza mondiale perché con l'arte c'è la libera circolazione delle idee nel nome dell’armonia. A tal proposito ci tengo a dire che Pescara e Chieti devono essere amiche, lavorerò per ridurre le distanze tra queste due splendide città. Dedico questa giornata al presidente della Camera di Commercio Daniele Becci scomparso da poco e al vicepresidente della Fondazione Banco di Napoli Enzo Di Baldassarre che tanto ha lavorato per questa operazione».

«È una giornata importante per la città di Chieti - ha commentato il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio -. La più importante e antica fondazione bancaria d’Italia, quella del Banco di Napoli, incorpora la vecchia Fondazione Chieti e riaccende le luci di Palazzo de’ Mayo offrendo al capoluogo teatino e all’intero territorio abruzzese una grande opportunità: veicolare progetti straordinari che riguardano la cultura e il socialeChieti e Napoli più che mai vicine, due mondi appartenenti l’uno all’altro da sempre, stanno facendo rinascere qualcosa di estremamente bello e nuovo con un grande cammino davanti a séQualche mese fa dal terrazzo di Palazzo de’ Mayo scorgevamo l’orizzonte e il mare ma non sapevamo cosa ci potesse attendere, oggi vediamo il futuro della Fondazione Banco di Napoli nella nostra città».

 

A suggellare la fusione, il Comune di Chieti ha designato Angelo Marrone, già presidente della Fondazione Chieti, come componente del Consiglio generale della Fondazione Banco di Napoli in segno di continuità col passato. Durante la messa celebrata nella Cattedrale di San Giustino, l’Arcivescovo di Chieti-Vasto Monsignor Bruno Forte ha espresso grande soddisfazione per questa unità d’intenti consapevole che, grazie all’arte e alla cultura, “Palazzo de’ Mayo sarà un luogo dove l'umano e il divino si incontreranno”.

 

APERTURA MOSTRA AL PUBBLICO DA DOMENICA 2 GIUGNO ORE 18.00

Da domani sarà visitabile la splendida mostra allestita presso Palazzo de’ Mayo grazie alle preziose maestranze del San Carlo di Napoli. 

Orari Giugno: venerdì/domenica dalle ore 18.00 alle 24.00.

Orari Luglio:  1-14 venerdì/domenica dalle ore 18.00 alle 24.00. 

                        15-31 tutti i giorni (lunedì chiuso) dalle ore 18.00 alle 24.00. 

Orari Agosto:  1-18 tutti i giorni (lunedì chiuso) dalle ore 18.00 alle 24.00.

                     19-31 venerdì/domenica dalle ore 18.00 alle 24.00.

Orari Settembre: venerdì/domenica dalle ore 16.00 alle 20.00.

Orari Ottobre:  venerdì/domenica dalle ore 16.00 alle 20.00.

La via d'uscita "spot contro violenza donne"