Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Chieti realizzerà un Centro “Dopo di Noi”

Sindaco, assessori e tecnici comunali questa mattina hanno effettuato un sopralluogo nella struttura di Chieti Scalo che sarà destinata alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare

 

Il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, questa mattina, con l’Assessore al Patrimonio Valentina Luise, il dirigente e il funzionario dell’Ufficio Patrimonio del Comune di Chieti, Paolo Intorbida e Lara Carosella, ha incontrato Angelo D'Onofrio, Commissario liquidatore della Cooperativa Sociale “Azzurra” -posta in liquidazione coatta amministrativa con decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 17 luglio 2017 - presso la sede della società, nei locali della ex scuola elementare di S. Filomena, a Chieti Scalo, in Strada Vecchia.

 

«Nel corso del sopralluogo – spiega l’Assessore al Patrimonio Valentina Luiseabbiamo verificato lo stato dei luoghi in vista della imminente riconsegna dell’immobile al Comune, a seguito dello stato di insolvenza della cooperativa sociale, a cui nel febbraio del 2000 era stato concesso in locazione l’immobile declassificato. Non appena il Commissario otterrà le dovute autorizzazioni da parte del Ministero, il Comune rientrerà in possesso della struttura che l’amministrazione comunale intende destinare ad un centro di assistenza per ragazzi diversamente abili».

«Oggi si realizza un sogno lungo otto anni – ha detto il Sindaco Di Primio. Da quando ho iniziato il mio mandato da sindaco speravo di poter realizzare una struttura da dedicare al “Dopo di Noi”. Grazie al lavoro portato avanti dall’assessore Luise, che ha riottenuto l’immobile situato in località Santa Filomena e al lavoro che svolgerà l’Assessore alle Politiche Sociali Emilia De Matteo, concretizzeremo il sogno di un Centro di assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare. La città di Chieti – ha proseguito il Sindaco- avrà la possibilità di dare una speranza a coloro che, non avendo più i genitori, rimangono privi del sostegno delle famiglie, quella speranza si chiama “Dopo di Noi” e l’ex scuola di Santa Filomena sarà destinata proprio a tale funzione. Come amministrazione, in questo ultimo anno di mandato elettorale, porteremo a compimento questo grande progetto di solidarietà».

Il fabbricato di proprietà comunale ampio 390 mq, ha locali distribuiti su due piani e un giardino esterno e, come programmato dall’amministrazione Di Primio, sarà destinato ad attività socio-assistenziali per le persone diversamente abili, in struttura ricettiva e di sostegno in grado di aiutare i disabili che non hanno più accanto i genitori o i familiari.

 

La via d'uscita "spot contro violenza donne"