Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Smart City: Chieti sempre più ecologica grazie ad un nuovo progetto di distribuzione delle merci legate agli acquisti on line

Meno traffico ed inquinamento grazie al progetto “Smart Locker”

 

Il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, rende noto che l’amministrazione comunale, con il supporto tecnico della Polizia Municipale, sta portando avanti un progetto sperimentale “City Logistics” che ha l’obiettivo di riorganizzare la distribuzione urbana delle merci legate all’e-commerce. Nello specifico, nei giorni scorsi sono entrati in funzione due smart locker”, rispettivamente in piazza Garibaldi e via Ricciardi. Il progetto, del valore complessivo di 310.791,00 euro, vede come partner istituzionali il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare con una compartecipazione di circa 218.000,00 euro, e Proger spa, Interporto Valpescara spa, Ethical economy srl, Locker inPost Italia srl, Poste Italiane.

Attivi 7 giorni la settimana per 24h, i due dispositivi rappresentano una soluzione comoda sia per le attività commerciali che per gli utenti. Strutturati come armadietti autoportanti con scomparti di diverse dimensioni, i locker possono contenere pacchi anche voluminosi. Le serrature sono sbloccabili solo con l'inserimento di un codice abbinato all'ordine effettuato, garantendo, dunque, ai cittadini, la possibilità di ritirare la merce acquistata su internet in totale autonomia ed evitando l’arrivo del corriere al proprio domicilio. Gli articoli commerciali depositati dagli spedizionieri nelle cassette, modalità selezionata dall’utente all’atto dell’acquisto, rimarranno in custodia presso i locker fino al loro ritiro.  

 

«Con questa ulteriore iniziativa di sviluppo urbano sostenibile – evidenzia il Sindaco – prosegue l’attività dell’amministrazione comunale verso una politica ambientale più ecologica e smart. Oltre ai progetti in fase di realizzazione legati al S.U.S. – acquisto di autobus ecologici, realizzazione di piste ciclopedonali, stazioni di bike sharing, di ricariche per auto elettriche, installazione di centraline per il rilevamento della qualità dell’aria – Chieti dà vita ad un nuovo servizio con l’obiettivo di minimizzare la congestione del traffico, l’inquinamento e anche i costi di trasporto».

«Gli acquisti online stanno aumentando sempre di più in Italia – commenta la Comandante della Polizia Municipale, Donatella Di Giovannii dati parlano di un settore sempre più espansione ma ciò non dispensa le città e i suoi utenti da alcune criticità, fra tutte il ritiro delle spedizioni e la gestione del traffico e della viabilità legata alla consegna delle merci. Per tale motivo il progetto degli smart locker, in tutta Italia, può rappresentare un valido strumento per far fronte a quelli che sono gli impatti negativi del caso: ritardi e disguidi, consumo aggiuntivo di carburante ed emissioni nell’aria, stress sui veicoli e sui conducenti, ritardi nei mezzi impegnati in emergenze, calo dell’efficienza dei mezzi pubblici»..  

I due locker sono dotati di un sistema di videosorveglianza al fine di prevenire eventuali azioni vandaliche ed atti predatori. Locker inPost Italia srl effettuerà un monitoraggio costante dei flussi commerciali.  

La via d'uscita "spot contro violenza donne"