Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Approvato lo schema di bilancio di previsione.

Sindaco Di Primio: “Nonostante si rendano necessarie alcune riduzioni della spesa, sono state salvaguardate le categorie più deboli e garantiti i servizi essenziali”

 

“La Giunta comunale ha approvato lo schema di bilancio previsionale 2018-2020”. Lo rende noto il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio.

«Grazie all’approvazione del bilancio – aggiunge il Sindaco Di Primio -vengono scongiurate misure che avrebbero portato all’innalzamento della tassazione e alla chiusura di servizi storicamente erogati dall’Ente. Non è stato facile ma il senso di responsabilità e il rispetto per i cittadini, ci hanno condotto all’approvazione dell’unico schema di bilancio possibile. Con l’esecutivo che guido abbiamo ritenuto che è importante percorrere ogni strada utile pur di consegnare a chi ci succederà un Comune che, preso in condizioni di sofferenza, possa vedere innanzi a se un percorso di risanamento e crescita. Il bilancio di previsione approvato oggi dalla giunta ne è l’espressione, pur contenendo tagli necessari per fronteggiare le minori entrate e prevedendo la rimodulazione della gestione di taluni servizi come il trasporto scolastico e gli asili nido, scelta, quest’ultima, che ci rammarica ma cui non è stato possibile ovviare. Tutti i settori sono stati chiamati a fare delle economie, compreso il Sociale che pur continuerà a garantire i servizi in essere. Nei prossimi giorni – conclude il Sindaco - verranno illustrate nel dettaglio tutte le misure previste nel documento di programmazione anche per eliminare ogni dubbio in chi ha visto dietro le misure di razionalizzazione della spesa possibili riduzioni di personale nell’Azienda Speciale e nella Teateservizi».

La via d'uscita "spot contro violenza donne"