Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Gestione finanziaria - Il Collegio dei Revisori dei Conti certifica l’efficacia delle misure intraprese dall’Amministrazione: oltre 4 milioni in meno di anticipazione di Tesoreria

“Il Collegio dei Revisori dei Conti certifica che la situazione finanziaria del Comune sta migliorando. Le cifre che in questi giorni erano state annunciate dall’amministrazione a testimonianza del miglioramento della gestione della cassa e dell’anticipazione di tesoreria sono state, infatti, certificate dall’Organo di Revisione: l’utilizzo dell’anticipazione di tesoreria è di 10.900.000,00 euro come riportato nel verbale n. 75 relativo alla verifica di cassa trimestrale”. È quanto comunicano il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio e l’Assessore alle Finanze, Valentina Luise.

«L’anticipazione di tesoreria al 31 marzo 2018 – spiega il Sindaco - si è attestata al di sotto degli 11 milioni di euro. Si riscontra, dunque, un sensibile miglioramento, considerato che l’esposizione di tesoreria richiesta dal Comune, che per legge potrebbe arrivare fino ai 26 milioni di euro, è passata dagli oltre 15 milioni di giugno 2017 ai 12.700.000,00 del 31 dicembre 2017, ai 10.900.000,00 euro di marzo scorso, cifra molto al di sotto della capacità massima di anticipazione.   

 

Le misure adottate - evidenzia il Sindacoiniziano, dunque, a mostrare i primi risultati positivi ma una migliore condizione dei conti del Comune la si potrà apprezzare soltanto nei prossimi mesi, in ragione della riorganizzazione della Società Teateservizi da cui ci aspettiamo la riscossione dei primi 35 milioni di euro di ingiunzioni (dei quasi 50 milioni accertati) che dovranno essere recuperati a causa del mancato versamento di tributi da parte dei cittadini.

La Teateservizi – specifica l’Assessore Luise ha stilato un cronoprogramma, che verrà rispettato con rigore, riguardante tutte le richieste di ingiunzioni e solleciti. Agli importi dei tributi di competenza del 2018 si andranno ad aggiungere tutti i recuperi per le annualità pregresse. Già dal 30 giugno prossimo avremo un quadro abbastanza completo dell’efficacia delle misure intraprese dalla Teateservizi.

La via d'uscita "spot contro violenza donne"