Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

PROGETTO E.V.A.

Empowerment Verso l’Autonomia delle donne con vissuti di violenza di genere

 

Assessore De Matteo: “Un ulteriore progetto volto all’inserimento lavorativo delle donne”

 

“Il Comune di Chieti – Assessorato alle Pari Opportunità - si aggiudica, quale partner, un ulteriore, importante progetto volto alla prevenzione e al contrasto della violenza nei confronti delle donne finanziato dal Dipartimento delle Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri”. Lo rende noto l’Assessore alle Politiche Sociali e alle Pari Opportunità, Emilia De Matteo.

 

«Il progetto EVA - Empowerment Verso l’Autonomia delle donne con vissuti di violenza di genere –del valore complessivo di € 350.000,00, che vede qualecapofila il Comune di Vasto,si propone di ideare e realizzare interventi innovativi per favorire l’autonomia delle donne con vissuti di violenza grazie a percorsi agevolati di inserimento lavorativo. Per raggiungere tale obiettivo – aggiunge l’Assessore De Matteosi realizzerà un sistema di interventi su tutto il territorio regionale affinché le donne abruzzesi possano beneficiare dei vantaggi derivanti dalla costituzione di una rete per l’empowerment e dal moltiplicarsi delle occasioni di lavoro. In collaborazione con il Centro Antiviolenza Alpha, di cui è responsabile la dott.ssa Maria Laura Di Loreto, sarà possibile sperimentare percorsi di inserimento lavorativo a supporto delle donne vittime di violenza. Negli ultimi anni, infatti – conclude l’Assessore De Matteo - nonostante i Centri Antiviolenza abruzzesi abbiano svolto un ruolo decisivo nell’azione di accompagnamento all’inserimento lavorativo delle donne, non esiste ancora un modello condiviso e strutturato di interventi di empowerment e di inclusione universalmente condiviso tra i Centro Antiviolenza regionali (Vasto, Chieti, Sulmona, Lanciano, Pescara), le principali Associazioni di Categoria, i Comuni delle quattro province e l’Anci».

 

La via d'uscita "spot contro violenza donne"