Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Maltempo Chieti: situazione sotto controllo

Personale del Comune e della Protezione Civile al lavoro dalla notte

Da domani riprenderanno le attività didattiche

Il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, questa mattina ha presieduto una riunione operativa presso il Centro Operativo Comunale – C.O.C. – attivato nel pomeriggio di ieri a seguito del bollettino del Centro Funzionale d’Abruzzo con il quale si comunicava la criticità elevata (CODICE ROSSO) per avverse condizioni meteo – per un aggiornamento su quanto provocato dalle abbondanti precipitazioni. Al termine dell’incontro, il Sindaco rende noto che, a partire dalla giornata di domani, giovedì 16 novembre, le attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado – dagli asili nido alle scuole superiori di secondo grado - riprenderanno regolarmente.

 

«La situazione, al momento, è sotto controllo – ha sottolineato il Sindaco grazie all’operato del personale reperibile del Comune, coordinato dall’Ing. Paolo Intorbida, dei volontari di Protezione Civile e degli addetti di Formula Ambiente che, nel corso della notte e nella mattinata odierna, hanno costantemente monitorato e gestito la situazione. A loro un ringraziamento per quanto sin’ora svolto.

Sul territorio si sono verificati 13 smottamenti di cui tre – Strada Spelorzi, Strada Storta e Strada Mucci - più di intralcio per la viabilità a causa del fango riversatosi sulle carreggiate  che verrà rimosso non appena cesserà di piovere.

In mattinata è stata effettuata una ricognizione su tutti gli edifici comunali e in primo luogo sulle scuole dove, nella giornata odierna, è stata sospesa l’attività didattica in via prudenziale. Nello specifico sono state attenzionate infiltrazioni già note in tre scuole: primaria Villaggio Celdit, primaria Corradi e Asilo Nido di  via Arenazze. Non appena il tempo lo permetterà saranno effettuati interventi di ristrutturazione per i quali sono già stati predisposti i relativi progetti.

Non è pensabile – stigmatizza il Sindacoche, nei casi di emergenza da Codice Rosso, si continui a fare affidamento solo sul senso di responsabilità dei Sindaci, lasciati a gestire una vera e propria spada di Damocle con azioni preventive quali la chiusura delle scuole. I Comuni non possono essere lasciati soli, con i già miseri bilanci, ad affrontare situazioni tali, dove la priorità è fornire servizi al cittadino al fine di ridurre al minimo i disagi e con i volontari di Protezione Civile che non hanno risorse economiche dovendosi rimettere a quel poco che i Comuni possono elargire.

L’emergenza – conclude il Sindaco - non può essere affidata solo ai Comuni, alle prese con la ben nota carenza di personale, il quale va ringraziato per la dedizione mostrata nei momenti  di maggior bisogno».

A seguito dei sopralluoghi effettuati, sono state rilevate le seguenti maggiori criticità:

via Solferino: linea della pubblica illuminazione interrotta a causa della caduta di 2 querce abbattutesi sulla sede stradae;

via per Popoli, intersezione con via per Casalincontrada:  caduta di un albero;

via Marvin Gelber: crollo di un palo della pubblica illuminazione;

via Baroncini, angolo via de Turre: cedimento asfalto per rottura fognaria;

via Polacchi e via Molino: smottamenti e piccole frane;

via Turchi: chiusura del sottopasso viario;

via Giovanni Paolo II: allagamento di una cabina Enel.

via d’Acquisto, alloggi Ater: allagamento a seguito dei quale sono intervenuti i volontari di Protezione Civile.

 


Cannot Connect to Youtube Server