Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Scuola Primaria di via Amiterno - Assessore Di Felice: “L’acqua è potabile e controllata”

L’acqua della scuola primaria di via Amiterno è potabile e controllata.

A sottolinearlo, dopo le segnalazioni dei giorni scorsi, è l’Assessore ai Lavori Pubblici, Raffaele Di Felice.

«E’ stato creato un infondato allarmismo – ha aggiunto l’Assessore Di Feliceche posso comprendere, ma assicuro che non vi è alcun problema per quanto riguarda la qualità dell’acqua che sgorga dai rubinetti della Scuola Primaria di via Amiterno. Ad ogni buon conto, i tecnici dell’ACA, gestore del nostro sistema idrico, da me contattati  nella giornata di ieri, sono intervenuti, insieme ai tecnici del Comune, per provvedere alla sostituzione della tubatura che porta l’acqua al plesso scolastico realizzando un collegamento più breve. Nella giornata di domani sarà, quindi, deviato il flusso dell’acqua. La stessa Azienda Comprensoriale Acquedottistica provvederà, a maggior conforto dei genitori e garanzia dei bambini, ad effettuare  ulteriori analisi.

 

Il problema verificatosi – spiega l’Assessore Di Felice – è legato al ristagno dell’acqua nelle tubature durante le ore notturne quando il flusso idrico viene interrotto dal gestore (ACA) a Chieti scalo. E’ possibile che, al mattino, in alcune zone della parte bassa della città, si notino tracce di residui, cosa che nulla ha a che vedere con la manutenzione che viene effettuata ogni anno sugli impianti scolastici. Quanto alla potabilità, va ribadito che l’ACA, quotidianamente, effettua verifiche sulla fornitura.

Questa mattina, recatomi presso la sede della scuola, ho incontrato, insieme alla Dirigente Scolastica Maria Assunta Michelangeli, anche una rappresentanza dei genitori ai quali ho spiegato che non vi sono pericoli per la salute dei bambini e, a tal proposito, ho bevuto attingendo dal rubinetto per provare la assoluta potabilità dell’acqua alla presenza del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione, arch. Latini, della Dirigente dell’Istituto Comprensivo 3 e della responsabile del plesso scolastico».