Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Tunnel di Largo Barbella Entro l’inizio dell’estate il completamento dell’opera

Sindaco Di Primio: “L’infrastruttura si colloca nell’ambito di una ben più ampia programmazione del sistema della mobilità e della sosta che prevede il raddoppio del parcheggio sotterraneo di via Gran Sasso e la riqualificazione del Terminal Bus” 

 

Sono stati aggiudicati gli interventi di completamento e messa in esercizio del collegamento pedonale Terminal – Largo Barbella, per un importo complessivo di 424.526,58. L’avvio dei lavori entro la prima decade del mese di novembre. La ditta aggiudicataria avrà 180 giorni per la loro esecuzione.

Il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, e l’Assessore ai Lavori Pubblici, Raffaele Di Felice, questa mattina, nel corso di una conferenza stampa sul posto, hanno illustrato le opere di completamento che riguarderanno: l’ultimazione del parallelepipedo in vetro strutturale dell’uscita ascensori su Largo Barbella e l’istallazione di una trave reticolare per il lucernario; il ripristino impiantistico e la manutenzione degli ascensori; le finiture e i collaudi per la messa in esercizio e la sistemazione del piano archeologico.

 

«Il completamento del tunnel – ha sottolineato il Sindaco Di Primiorappresenta solo uno degli elementi del sistema della sosta e della mobilità che, in questi anni, abbiamo immaginato per rendere la città più vivibile, più accessibile, per dare risposte a chi chiede un maggior numero di parcheggi e un migliore accesso al centro storico. Ho sempre affermato, infatti, che il suo completamento era da collocare nell’ambito di una più ampia programmazione. Alla “fine del tunnel”, tra sei mesi – ha aggiunto il Sindacoabbiamo previsto la riqualificazione del piazzale del Terminal Bus destinato alla sosta dei mezzi pubblici, progetto che dovrà essere finanziato nell’ambito del Masterplan Abruzzo con la società TUA soggetto attuatore; l’irrinunciabile raddoppio della capienza del parcheggio interrato di via Gran Sasso (circa 400 posti auto) il cui progetto è inserito nell’ambito del finanziamento Decreto Periferie e che entro la fine di ottobre contiamo di poter firmare con il Governo nazionale che ci assegnerà 11,5 milioni; il rifacimento di piazza S. Giustino che potrà essere, così, riconsegnata alla città come luogo da vivere e non più come parcheggio. Vi sono, infine, gli interventi previsti sulla scala mobile che, entro il 2019, dovrà essere sottoposta a nuova revisione.

Dal tunnel, opera nei confronti della quale sono sempre stato contrario così come concepita in origine da chi mi ha preceduto, ma che oggi, grazie alla nostra capacità progettuale, si colloca in un sistema integrato di opere pubbliche, parte il nuovo livello di accessibilità alla città che stiamo costruendo con i nostri progetti oggi iscritti tra quelli finanziabili dal governo nazionale e da quello regionale.

Contiamo di riconsegnare l’opera per l’inizio dell’estate – ha concluso il Sindaco - avendo già avviato tutte le procedure per il raddoppio del parcheggio, se il governo nazionale manterrà fede alla promessa di finanziamento, e le opere di riqualificazione dell’hub di via Gran Sasso se la Regione manterrà l’impegno di finanziarle nell’ambito del  Masterplan».