Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

ASSESTAMENTO DI BILANCIO E CORRETTIVI AI RILIEVI DELLA CORTE DEI CONTI - Sindaco Di Primio: “Già pronte importanti azioni per riorganizzare i servizi e razionalizzare la spesa”

“La variazione di assestamento generale, che sarà portata all’attenzione del Consiglio Comunale venerdì 28 luglio, è conforme sia alla legge che ai regolamenti. Lo dicono gli stessi Revisori dei Conti del Comune riscontrando la quadratura contabile dell’assestamento proposto. Non si evincono, dunque, nella pronuncia del Collegio, i motivi di un parere non favorevole. Quanto ai rilievi mossi dalla Corte dei Conti al Rendiconto 2014 sono un chiaro stimolo per il Comune a porre in essere azioni non più procrastinabili: è già pronta, infatti, la delibera contenente importanti misure riguardanti la razionalizzazione della spesa e la riorganizzazione dei servizi”.

E’ quanto ha sottolineato questa mattina il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, affiancato dall’Assessore alle Finanze, Valentina Luise, nel corso della conferenza stampa che si è focalizzata su due aspetti fondamentali: la manovra di assestamento di bilancio e le iniziative che verranno intraprese in risposta ai rilievi della Corte dei Conti.

 

Assestamento di Bilancio, perplessità sul parere dei Revisori

«Ci lascia perplessi il parere non favorevole sull’assestamento di bilancio emesso dall’organo di revisione – ha commentato il Sindaco Di Primio - che denota una mancanza di consequenzialità con quanto espresso solo poche settimane fa con il parere favorevole sul Bilancio di Previsione e sul Consuntivo. Ancor più se si considera che lo stesso collegio afferma, nel parere sull’assestamento, di apprezzare quanto l’Amministrazione sta facendo, sottolineando anche che l’assestamento di bilancio quadra sotto il profilo economico. Sicuramente non ci nascondiamo dietro un dito, l’Amministrazione Comunale, in questi anni, ha iniziato a porre rimedio alle criticità, riducendo l’anticipazione di tesoreria  e migliorando sul fronte del rispetto degli indici di  deficitarietà dell’Ente, ridotti da cinque a tre».

 

Debiti fuori bilancio: è fissato per domani l’esame da parte del Collegio

«L’esistenza di debiti fuori bilancio cui fanno riferimento i Revisori dei Conti, già istruiti e che verranno sottoposti all’attenzione dell’organo di controllo domani – ha aggiunto il Sindaco -  sono relativi a sentenze e ad interventi di messa in sicurezza delle strade resisi necessari anche a causa degli eventi atmosferici che hanno colpito la città tra il 2016 e il 2017. Il ricorso alla copertura dei lavori attraverso lo strumento dei debiti fuori bilancio si è reso inevitabile per la impraticabilità di molte strade cittadine, per le numerose frane e per i danni al sistema idrico e fognario della città. Se la Regione, che spesso ci ha promesso fondi, come da ultimo per gli eventi del gennaio 2017, oppure per il dissesto idrogeologico di Santa Maria Calvona e Modesto della Porta, avesse tenuto fede alle promesse, forse avremmo potuto fare a meno di ricorrere ancora una volta al bilancio comunale per coprire spese nascenti dalla straordinarietà degli eventi ».

 

Esposizione di cassa, già ridotta del 65% in due anni

«Ad onor del vero, per quanto sia un nostro obiettivo azzerare l’esposizione, non abbiamo avuto alcun sollecito da parte del Collegio per la predisposizione di un piano di rientro. Voglio, sul punto, invece, evidenziare, la positiva attività posta in essere in questi due anni che ha consentito di ridurre, dal 2014 al 2016, il ricorso all’anticipazione di cassa del 65%».

 

Rilievi della Corte dei Conti, già pronte le azioni con importanti misure

«Ai rilievi della Corte dei Conti riguardanti il Rendiconto 2014 – ha proseguito il Sindaco - che facciamo nostri e che cogliamo come stimolo per porre in essere azioni non più procrastinabili, rispondiamo con una delibera di Consiglio Comunale contenente importanti misure che riguarderanno: maggiore incisività sulla riscossione delle entrate tributarie e non dell’Ente; revisione della spesa e delle entrate extratributarie. Nello specifico, tali misure prevedono la riorganizzazione della società partecipata Teateservizi con una più incisiva attività di impulso e di controllo da parte dei dirigenti che dovranno rendere report mensili; la verifica della congruità dei servizi affidati alle partecipate  e dell’opportunità che continuino a gestirli; la possibilità di esternalizzare la riscossione coattiva affidandola a soggetti più efficienti e dotati di più efficaci strumenti normativi previa verifica dei risultati raggiunti nel secondo semestre 2016 e primo semestre 2017.

Quanto alla revisione della spesa – ha concluso il Sindaco - costituiremo un organismo ad hoc coordinato dal segretario generale, che potrà avvalersi anche di professionalità esterne cui affidare l’analisi di tutte le spese sostenute dal Comune al fine di ridurle. Inoltre, sarà valutata l’eventuale esternalizzazione dei servizi a domanda individuale che oggi gravano eccessivamente sul bilancio comunale come il trasporto scolastico e, sul fronte delle entrate, l’internalizzazione del servizio di gestione dei parcheggi a raso e coperti della città, nonché l’introduzione, dal 2018, della tassa di soggiorno, come avviene in quasi tutte le città italiane, per sostenere le attività e le manifestazioni culturali cittadine».