Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Sciopero lavoratori Dayco negli stabilimenti di Chieti dopo l’annuncio di 135 esuberi - Il Sindaco Di Primio dopo aver partecipato alla protesta dei lavoratori ha consegnato la fascia da sindaco al Prefetto di Chieti

Il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, questa mattina ha partecipato alla protesta dei lavoratori Dayco dello stabilimento di Chieti, in sciopero dopo l’annuncio dato dall’azienda di 135 esuberi. Subito dopo, come annunciato nel corso del dibattito con i lavoratori, si è recato in Prefettura per consegnare la fascia da sindaco nelle mani del Capo di Gabinetto del Prefetto Antonio Corona.  

 

«Un vero e proprio scippo al territorio, nonché un ulteriore danno alla già provata economia locale – ha commentato il Sindaco -. L’azienda, dopo essersi seduta al tavolo istituzionale con la Regione, al fine di trovare opportune soluzioni al problema, con la comunicazione dei lavoratori in esubero ha dimostrato non solo mancanza di rispetto per le istituzioni e per gli accordi presi ma anche mancanza di considerazione verso i propri dipendenti, mettendoli alla porta nonostante questi abbiano contribuito, con il proprio lavoro, a fare le fortune dell’azienda.

L’appello che ho voluto lanciare oggi – prosegue il Sindaco - è quello all'unità di istituzioni, sindacato e lavoratori, per far capire al Governo e all’azienda che la salvaguardia di quei posti di lavoro è un’emergenza nazionale e non soltanto locale.

Quale segno di protesta e tangibile solidarietà nei confronti dei lavoratori ma anche perché spero che ciò possa far comprendere al management della Dayco la forte apprensione ed attenzione del governo cittadino per la vicenda – sottolinea il Sindacoquesta mattina ho consegnato alla Prefettura di Chieti, nello specifico al Capo di Gabinetto del Prefetto Corona, massima espressione del Governo sul territorio, la mia fascia da sindaco, chiedendo di conservarla fin quando questa vicenda non sarà trattata con la dovuta attenzione da parte del Governo e dalla Regione, con il solo e unico obiettivo di restituire speranza ai lavoratori».