Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

GESTIONE SISTEMA IDRICO INTEGRATO

Siglato il protocollo per la cessione in comodato delle reti ad ACA

Sindaco Di Primio: “Ne deriveranno sicuri benefici in termini di miglioramento e di investimenti sulla città”

 

Assessore Di Felice: “L’azienda sta già effettuando interventi su tutto il territorio comunale”

  

“Siamo convinti che il passaggio della gestione del sistema idrico integrato all’A.C.A. produrrà dei benefici in termini di adeguamento delle reti. In particolare, contiamo di poter programmare, con l’azienda, una serie di interventi sotto il profilo del miglioramento dell’approvvigionamento e dello stoccaggio delle risorse idriche e della riorganizzazione della rete”. Lo ha dichiarato il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, illustrando, con l’Assessore ai Lavori Pubblici, Raffaele Di Felice, il passaggio della gestione del servizio idrico integrato dal Comune di Chieti all’A.C.A., così come stabilito dalle vigenti norme di legge. Nella giornata di lunedì, 3 luglio, infatti, Comune di Chieti e A.C.A. hanno siglato il protocollo per la cessione in comodato del sistema idrico integrato. D’ora in poi, sarà l’azienda consortile acquedottistica a gestire l’erogazione, le manutenzioni e la programmazione  degli investimenti di adeguamento e potenziamento del sistema.

 

«Il passaggio della gestione del sistema idrico integrato ad ACA era dovuto in ragione delle normative vigenti – ha aggiunto il Sindaco Di Primio - ma abbiamo cercato di regolamentarlo in modo che i cittadini di Chieti potessero ricavarne dei vantaggi. Sono fiducioso – ha proseguito il Sindacodella bontà di tale operazione in ragione della possibilità, da parte di A.C.A., di poter effettuare investimenti sul territorio. All’azienda abbiamo già manifestato quelle che, per noi, sono delle priorità: la manutenzione dell’intero sistema idrico, caratterizzato da vetustà e martoriato da innumerevoli rotture, e un investimento lungimirante riguardante la realizzazione di un nuovo serbatoio nella parte bassa della città che sopperisca alla insufficienza operativa di quello già esistente di via Orsogna la cui collocazione determina costanti problemi di approvvigionamento idrico. Chiederemo, inotre, ad A.C.A. di effettuare una serie di interventi a cominciare dal completamento della rete fognaria di Colle Marcone. Desidero, infine, rivolgere un sentito ringraziamento ai nostri quattro encomiabili operai del Servizio acquedottistico, che andranno in distacco presso A.C.A., i quali, in questi anni, hanno svolto un compito immenso sui circa 450 chilometri di rete idrica in condizioni spesso estreme».

«Già dalla giornata di ieri – ha sottolineato l’Assessore Di Felice l’ACA è all’opera per effettuare interventi di ripristino e manutenzione sul territorio comunale di Chieti, concordati con gli uffici comunali con i quali, in questa prima fase, vi sarà una collaborazione continua.

Nella mattinata odierna, infatti, i dipendenti dell ACA sono intervenuti in via Vittorio Veneto per proseguire, già da domani, nelle seguenti strade: via Mucci, via Cutelli, via Orta, via Vibrata, via dei Vestini, via Nicolucci, via dei Frentani, Strada Storta, Strada Fasoli, Strada per S. Giovanni, via Verdi, Ponte Campo di Roma, Strada S. Salvatore, via Vella, via G. di Vittorio, via Brigata Majella, via Pomilio.

Saremo di pungolo affinché il servizio sia costantemente migliorato e siamo certi che ciò avverrà compensando, in tal modo, il leggero aumento determinato dal subentro della tariffa unica (Chieti era uno dei pochissimi Comuni in cui si pagava ancora un canone inferiore). Inoltre, cambierà il sistema di riscossione che avverrà, d’ora in poi, per l’anno in corso».

 

 

 

 


Cannot Connect to Youtube Server