Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

L’Istituto Comprensivo 1 primo in Italia per raccolta di pile esauste

L’Istituto Comprensivo 1 si aggiudica il primo premio del concorso destinato alle scuole denominato “Raccogli le pile esauste e con il CDCNPA fai vincere la tua scuola” promosso dal Centro di Coordinamento Nazionale Pile e Accumulatori e realizzato in collaborazione con Ancitel Energia&Ambiente.

Questa mattina, nel corso di una conferenza stampa, il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, con l’Assessore all’Ambiente, Alessandro Bevilacqua, e l’Assessore alla Pubblica Istruzione, Giuseppe Giampietro, ha premiato gli insegnanti e gli alunni delle scuole primarie di primo grado S. Andrea, Brecciarola, Cesarii e Nolli dell’Istituto Comprensivo 1 classificatesi al primo posto con  376 kg di pile esauste raccolte in un solo mese. All’iniziativa hanno partecipato 583 alunni.

Alla Dirigente dell’Istituto Comprensivo 1, Serafina D’Angelo, il segretario generale CDCNPA, Luca Tepsich, e il Presidente Ancitel Energia e Ambiente, Filippo Bernocchi, hanno consegnato un riconoscimento del valore di 4.000 euro, da spendere in materiali e forniture per la didattica.

Il concorso rientra nelle attività volte a sensibilizzare ed informare studenti, insegnanti e famiglie sul tema della corretta gestione delle pile esauste che il CDCNPA svolge per diffondere tra i cittadini comportamenti ambientali virtuosi e consapevoli.

La competizione ha coinvolto 7.371 alunni da tutta Italia. Sul podio dei vincitori, al secondo posto l’Istituto Coletti di Treviso, con 129 kg di pile esauste raccolte, che ha ricevuto un buono da 2.000 euro, al terzo l’Istituto Italo Calvino di Sanremo, con 89 kg di pile esauste raccolte e 1.000 euro da spendere per le necessità scolastiche.

«Già da anni le nostre scuole svolgono lodevoli attività nell’ambito della sensibilizzazione sulle politiche ambientali – ha commentato il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primioper fa sì che i nostri ragazzi siano nel futuro cittadini consapevoli circa l’importanza di processi fondamentali quali la raccolta differenziata e il riciclo dei rifiuti. Il riconoscimento che oggi viene tributato all’Istituto Comprensivo 1 dà il senso della grande azione di civiltà e dell’operazione di carattere culturale esercitata attraverso la scuola e di come Ancitel sia attenta alle politiche sul territorio che partono dai governi locali per dare risposte globali».

«Le politiche ambientali – ha aggiunto l’Assessore alla Pubblica Istruzione, Giuseppe Giampietrocaratterizzano da anni le attività extracurriculari delle nostre scuole attraverso la realizzazione di innumerevoli progetti. Ci inorgoglisce, oggi, lo straordinario traguardo raggiunto nella consapevolezza che, per ottenere ottimi risultati, bisogna fare gioco di squadra».

«L’ottimo risultato raggiunto - ha detto l’Assessore all’Ambiente, Alessandro Bevilacqua -  che vede Chieti prima di otto capoluoghi di provincia, dimostra che, anche in questo caso, i più piccoli sono stati i primi educatori dei propri genitori Un ringraziamento desidero rivolgerlo al presidente Ancitel, Filippo Bernocchi, per la assidua collaborazione con il Comune di Chieti. Sono particolarmente lieto di festeggiare con voi questo premio che si aggiunge ad altri lusinghieri risultati ottenuti nel corso degli anni dalle nostre scuole. Come Amministrazione Comunale, siamo convinti che sia importante educare i più giovani ad un corretto riciclo dei rifiuti anche nella considerazione che, entro il 2020, il 50% di essi dovrà essere riciclato».

«Abbiamo deciso di realizzare un concorso nazionale per le scuole – ha detto Luca Tepsich, Segretario Generale del CDCNPA – perché riteniamo che le campagne di sensibilizzazione di raccolta debbano essere destinate in primis ai giovani e giovanissimi. Per un dialogo efficace con le nuove generazioni, infatti, è quanto mai opportuno coinvolgerle direttamente e suscitare e mantenere vivo il loro interesse. Desideriamo ringraziare tutti coloro che hanno partecipato al concorso e che si sono impegnati nella raccolta differenziata di questa particolare tipologia di rifiuto».

«I risultati della competizione sono molto positivi  – ha dichiarato Filippo Bernocchi, rappresentante di Ancitel Energia&Ambiente e componente del Direttivo ANCI – se consideriamo che tra tutte le scuole partecipanti abbiamo registrato una quantità di pile raccolte pari a 940 Kilogrammi. Segno che le nuove generazioni sono sempre più consapevoli del valore della raccolta differenziata e disponibili a collaborare da protagonisti per il bene del Paese».