Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Campagna di sensibilizzazione “zero botti, più biscotti” - Premiata la cagnolina Kira con il maggior numero di “like” su facebook

È stata premiata questa mattina, presso la sede del Comune, la vincitrice del concorso fotografico a premi Zero botti, più biscotti contro l'utilizzo, a Chieti, di botti e petardi, pericolosi sia per l'uomo che per gli animali, di cui si è reso promotore il Consigliere Comunale Marco Di Paolo con una apposita campagna di sensibilizzazione.

La trentaduenne aquilana Tiziana Bianchi, proprietaria della cagnolina KIRA di 5 anni, partecipando al Concorso organizzato dal Comune di Chieti, ha ottenuto il maggior numero di “like” sulla pagina facebook Zero Botti Più biscotti”, vincendo così un buono acquisto di articoli per animali del valore di 50 euro.

 

«La campagna di sensibilizzazione promossa con il Sindaco Di Primio - spiega il Consigliere Comunale Marco Di Paolo - oltre ad avere un importante valore sociale, a tutela dei minori e degli animali, fa seguito all’approvazione del Regolamento per il divieto di utilizzo di petardi e botti che il Comune di Chieti ha adottato già dal dicembre 2013, fra i primi comuni in Italia. Dall’entrata in vigore del Regolamento, la città di Chieti ha ottenuto ben due riconoscimenti nazionali, uno da parte dell'ANCI e l’altro da parte della Federazione Italiana Cinofili. L’impegno è proseguire in questa direzione».

«Sono contenta che gli utenti facebook abbiano premiato la foto di Kira – ha commentato Tiziana Bianchi -. Da convinta animalista quale sono, ho anche un altro cane e un gatto, credo che iniziative di tal genere possano contribuire a divulgare quanto sia importante proteggere gli animali da botti e petardi. I nostri amici a 4 zampe, infatti, hanno una percezione dei rumori notevolmente superiore agli uomini ed è quindi facile intuire quale sia lo stato di ansia e terrore che anticipa e accompagna lo scoppio simultaneo di petardi e fuochi artificiali».