Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica a Chieti - Sindaco Di Primio “Fiducia nel lavoro delle forze dell’Ordine coordinate dalla Prefettura per garantire una maggiore percezione di sicurezza”

Il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, questa mattina ha partecipato al Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, convocato dal Prefetto di Chieti, Antonio Corona, al quale erano presenti il Questore di Chieti, Raffaele Palumbo, i vertici provinciali di Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza e la Comandante della Polizia Municipale, Donatella Di Giovanni, per “la verifica della situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica nel territorio della città di Chieti a seguito della recrudescenza di fenomeni di criminalità in città”. 

 

Lo scorso 16 marzo, a seguito dell’ultimo preoccupante episodio accaduto a Chieti, registrato dopo una serie di eventi violenti in città - omicidio Di Marco, accoltellamento Cipressi, incendi di auto allo Scalo e di un’edicola in pieno centro, elevato numero di reati predatori - il Sindaco Di Primio aveva scritto al Prefetto di Chieti perché, nella veste di massima autorità in tema di ordine pubblico e sicurezza, convocasse una riunione del Comitato al fine di individuare, in aggiunta alle azioni già disposte e concordate con gli organi preposti, azioni ancora più incisive per neutralizzare il susseguirsi di tali episodi.

«Nei giorni scorsi ho ritenuto necessario interessare il Prefetto Corona della preoccupazione trasferitami dai cittadini in merito all’ordine e la sicurezza pubblica – ha dichiarato il Sindaco Di Primio -. Pur insistendo nel dire che non esiste un fenomeno “emergenza Chieti” e che sia sbagliato creare allarmismi, credo sia comunque giusto segnalare tali episodi che non vanno classificati come normali. Come amministrazione comunale - ha proseguito il Sindaco - abbiamo detto fin da subito che siamo pronti a fare la nostra parte attraverso l’impegno della Polizia Municipale, coadiuvando le altre forze dell’Ordine nelle attività, ma senza invasioni di campo e per quanto nei limiti che la legge disegna e nelle forme che i mezzi a disposizione ci consentono. Ho sollecitato questo incontro per avere contezza della reale situazione e dei provvedimenti in atto e sono pronto ad affrontare ogni situazione reale con i mezzi a disposizione, chiedendo aiuto a chi è preposto alla tutela dell’ordine pubblico.

Dall’incontro di oggi – ha concluso il Sindacoho tratto la rinnovata fiducia nel lavoro delle forze di Polizia, la soddisfazione per aver udito dal Prefetto le ulteriori attività poste in essere contro ogni forma di fenomeni delittuosi e di criminalità e soprattutto riporto con me l’impegno di un lavoro nuovo da svolgere tutti insieme con l’obiettivo di garantire una maggiore percezione di sicurezza».

Il Prefetto Corona, nel corso dell’incontro con gli organi di informazione, analizzando il trend dei fenomeni delittuosi a Chieti, ha voluto evidenziare la costante diminuzione dei reati in città rispetto agli anni scorsi. Dall’esame dei trend in nostro possesso – ha commentato il Prefetto - grazie al lavoro di squadra continueremo a lavorare per poter prevenire gli episodi di criminalità”.