Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

EMERGENZA FRANE A CHIETI - Sindaco Di Primio: “Necessario che il Governo ci dia certezze sui finanziamenti”

“Purtroppo l’eccezionale ondata di maltempo e lo scioglimento delle abbondantissime nevicate hanno determinato in più zone della città un carico abnorme da sopportare per il nostro sistema idrico e fognario. Quanto si sta verificando in questi giorni, con l’attivazione di smottamenti e frane sul nostro territorio, sta creando una grave emergenza che richiede l’intervento immediato del Governo. Non è più il tempo delle promesse ma dei finanziamenti certi e celeri per consentirci la messa in sicurezza del territorio. Per tale ragione, in settimana chiederò di essere ricevuto presso il Ministero dell’Ambiente”. Lo ha dichiarato il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, che questa mattina, con l’Assessore ai Lavori Pubblici, Raffaele Di Felice, funzionari e tecnici dell’Ufficio Lavori Pubblici, dopo essersi recato in Piazza Garibaldi, dove la rottura della rete fognaria ha causato una voragine del manto stradale, ha voluto fare il punto della situazione sulla grave emergenza che la città di Chieti sta attraversando.

«L’emergenza maltempo ed i suoi prevedibili effetti hanno colpito Chieti molto duramente – ha aggiunto il Sindaco Di PrimioE’ necessario che il Governo prenda contezza di quanto la città sta patendo in questi giorni a causa di frane e smottamenti che stanno mettendo in ginocchio la nostra viabilità principale. Abbiamo bisogno di procedure certe che consentano interventi celeri e immediati.  Per questo, in settimana, chiederò di essere ricevuto presso il Ministero dell’Ambiente. Nel frattempo, invito chi fa proclami a dirci quando arriveranno i finanziamenti. Questo non è più il tempo delle promesse e delle conferenze stampa. Al momento – ha aggiunto il Sindaco - stiamo procedendo con l’affidamento di lavori di somma urgenza, una procedura che graverà sul bilancio del Comune. Ho, altresì, chiesto all’Ufficio tecnico di  predisporre una relazione dettagliata su tutte le strade cittadine che hanno necessità di interventi straordinari di ripristino, nonché di tutte le frane esistenti specificando le cause e gli interventi necessari».

 

Illustrando il cronoprogramma dei lavori urgenti riguardanti la messa in sicurezza del tratto viario compreso tra l’intersezione con via Ciampoli e l’intersezione con Largo Cavallerizza a seguito della pericolosa franaverificatasi venerdì mattina, l’Assessore Raffaele Di Felice ha garantito che si sta lavorando per poter riaprire nel più breve tempo possibile via Silvino Olivieri che, al momento, prevede le seguenti deviazioni: il traffico veicolare proveniente da via S. Olivieri - lato via F. Salomone, compreso quello degli autobus, è stato deviato verso via Ciampoli; il traffico veicolare proveniente da via A. Herio è stato deviato su via dei Vezii, ad eccezione degli autobus, che possono arrivare fino alle aree di sosta poste nei pressi del Palazzo di Giustizia per poi ripercorrere a ritroso lo stesso tragitto in direzione via Madonna degli Angeli e via Pianell. Sono state adottate, altresì, tutte le altre deviazioni necessarie per evitare che il flusso veicolare converga nell'area interdetta.

«Gli interventi – ha spiegato l’Assessore Di Felice - riguarderanno la messa in sicurezza dell’area con il consolidamento, tramite “gabbionata” in pietra e cemento, della parte a monte di via Olivieri per preservare la scarpata a valle da eventuali ulteriori spinte del terreno. Si procederà, poi, al riallaccio della linea fognaria. Tali interventi ci consentiranno di riaprire via Silvino Olivieri almeno al transito dei mezzi pubblici. I tempi non saranno brevi, vista la complessità dell’intervento. In Piazza Garibaldi, invece, dove si è aperta una voragine a causa della rottura della rete fognaria posta a circa 5 metri di profondità, dovremmo riuscire a ripristinare la normalità in quattro/cinque giorni di lavoro».

Nel pomeriggio di ieri, nell’area di via Gran Sasso, si è verificato un cedimento di un vecchio tratto di rete fognaria in mattoni a ridosso di un’area condominiale. La parte che ha ceduto, circa 30 m di conduttura, non era stata ristrutturata nel corso dei lavori effettuati 4 anni fa nelle strade attigue. L’Assessore ai Lavori Pubblici Raffaele Di Felice, con l’operaio Marco Di Gregorio, al fine di verificare di persona l’entità dei danni è sceso personalmente  nei cunicoli fognari. Al momento il cedimento è sotto controllo.

 

Adozione provvedimento temporaneo urgente Piazza Garibaldi

 Per ragioni di tutela della pubblica e privata incolumità, nella giornata odierna, a decorrere dalle ore 9.00, è stato adottato un provvedimento temporaneo urgente di divieti di transito veicolare in piazza Garibaldi nel tratto compreso tra l’intersezione con via Padre Alessandro Valignani e via Federico Salomone.

Sono stati disposti i seguenti provvedimenti:

- In deroga al divieto ivi vigente, il traffico privato proveniente da via Padre A. Valignani, è autorizzato a procedere diritto per via Arniense all’intersezione con piazza Garibaldi. I mezzi del trasporto pubblico sono autorizzati a percorrere via Arniense in deroga al divieto ivi istituito.

- Il traffico privato proveniente da via Federico Salomone direzione via Camarra è autorizzato a procedere dritto all’intersezione con piazza Garibaldi .

- Il traffico veicolare privato proveniente da zona S. Anna viene deviato verso via Nicolino.

- L’accessibilità del parcheggio di piazza Garibaldi viene garantita con l’apertura di un varco d’ingresso nei pressi della Cassa di Risparmio.