Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Palazzo de Pasquale inagibile: traslocano gli uffici “Commercio e Cultura” del Comune, la Società “Teateservizi” e alcuni servizi dell’Azienda “Chieti Solidale” - Sopralluogo di Sindaco, Assessori e tecnici all’ex Ospedale Pediatrico

A seguito delle ulteriori verifiche statiche eseguite, lo scorso mese di gennaio, dai tecnici del Comune di Chieti e del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali presso Palazzo de Pasquale, in via Vicoli, sede della società Teateservizi nonché di alcuni uffici comunali, all’esito delle quali sono state accertate criticità legate alla messa in sicurezza dell’edificio e dunque la temporanea inagibilità, questa mattina è stato effettuato un sopralluogo presso l’edificio denominato “ex Ospedale Pediatrico di Chieti”, a cui hanno partecipato il Sindaco Umberto Di Primio, gli Assessori Valentina Luise, Mario Colantonio, Emilia De Matteo, Carla Di Biase e Maria Rita Salute, il dirigente dell’Ufficio Tecnico, Paolo Intorbida, il funzionario dell’Ufficio Commercio, Angela Falcone, l’Amministratore Unico e il direttore della Società “Teateservizi”, il direttore dell’Azienda “Chieti Solidale” e tecnici della Provincia, al fine di valutare il trasferimento degli uffici comunali e delle aziende partecipate negli spazi disponibili della palazzina di via Nicolini.

 

Con l’Ordinanza n. 87, il Sindaco Di Primio aveva già disposto lo scorso 7 novembre 2016 la parziale e temporanea inagibilità di alcune porzioni di Palazzo de Pasquale, in particolare la scala nobiliare di accesso, l’intero terzo livello e una porzione del fabbricato all’angolo di via Porta Carrese con via Mazzetti.

«Le ulteriori problematiche riscontrate a Palazzo de Pasquale a seguito delle scosse di terremoto del 18 gennaio ci impongono lo sgombero degli uffici – spiega l’Assessore al Patrimonio e alle Aziende Partecipate, Valentina Luise per tale ragione abbiamo chiesto all’amministrazione provinciale di Chieti l’uso di locali per trasferire temporaneamente alcuni servizi comunali. La Provincia, accogliendo la nostra richiesta, ci ha messo a disposizione diversi vani dello stabile dell’ex Ospedale Pediatrico nei quali potranno trovare allocazione sia gli uffici “Commercio e Cultura” del Comune, sia la Società “Teateservizi”, sia parte della Società Multiservizi “Chieti Solidale”.

Nel corso del sopralluogo di questa mattina – prosegue l’Assessore Luise – valutata la planimetria dei locali, abbiamo deciso di concerto con il Sindaco che la migliore soluzione è quella di allocare gli uffici della “Teateservizi” e parte di quelli della “Chieti Solidale” nei 550mq del primo piano del palazzo, mentre nei 200 mq del terzo piano troveranno idonea sistemazione gli uffici Commercio e Cultura. Proprio questi ultimi – conclude l’Assessore - una volta terminati i lavori di Palazzo d’Achille confluiranno nella sede storica».

Il trasloco degli uffici “Commercio e Cultura” del Comune, della Società Teateservizi e parte di quelli dell’Azienda Multiservizi “Chieti Solidale” sarà effettuato non appena sarà formalizzata la convenzione di comodato d’uso dei locali tra Comune e Provincia di Chieti.  


Cannot Connect to Youtube Server