Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Masterplan Abruzzo: sottoscritte le convenzioni attuative per i progetti riguardanti Chieti

Sindaco Di Primio “Tempi e finanziamenti certi da parte del Governo e della Regione per la realizzazione delle opere: noi siamo pronti”

  

Ciò che chiedo al Governo nazionale e alla Regione è avere certezze sulle date di trasferimento dei finanziamenti relativi al Masterplan, al fine di evitare l’impegno di spese per opere che non hanno copertura economica in bilancio”.

È quanto afferma il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, a margine della cerimonia di sottoscrizione delle convenzioni attuative relative agli interventi programmati all’interno del Patto per l’Abruzzo (Masteplan), avvenuta oggi pomeriggio, presso la sala d’Annunzio dell’Aurum di Pescara, con il Presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi e il Presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso.

 

 «Nel mio programma di governo, fin dal 2010 – ha proseguito il Sindaco Di Primioavevamo proposto un progetto strategico per Chieti da realizzarsi entro 10 anni: allora in pochi pensavano fosse realizzabile. 

Oggi, con la sottoscrizione delle convenzioni con il Governo e la Regione, quel programma diventa realtà, attraverso la realizzazione della funivia, che collegherà Ospedale/Università al centro storico e il completamento della linea filoviaria che da via dei Vestini, passando per il Tricalle, giungerà al piazzale Sant’Anna, rendendo la nostra città la più ecologica d’Abruzzo in termini di trasporto pubblico.

Sono 14 milioni di euro i lavori da realizzare entro il 2019 - ha evidenziato il Sindaco Di Primio – ripartiti in 4 milioni di euro per il completamento della linea filoviaria e 10 milioni di euro per quello che è il mio sogno: il collegamento veloce, in sei minuti, tra il cuore pulsante della città, Chieti Scalo/Colle dell’Ara, e la parta alta di Chieti. Due opere strategiche che insieme alla stazione ferroviaria di Madonna delle Piane (già inaugurata), alla realizzazione di un nuovo svincolo sulla transcollinare, che renderà immediato e più sicuro l'accesso al quartiere di San Martino e all'Ospedale (in fase di gara), renderanno la nostra città più moderna, più accessibile, più ecologica.

 Tutto questo, che è il primo capitolo della "Chieti del domani" – ha  aggiunto il Sindaco Di Primioè funzionalmente collegato al totale rifacimento dell’autostazione di via Gran Sasso che diventerà l’hub principale del trasporto pubblico sovra comunale, al grande investimento sull’ospedale di Colle dell’Ara destinato al potenziamento e alla realizzazione del centro regionale della vista, al raddoppio della linea ferroviaria Chieti-Pescara, alle opere di caratterizzazione nell’ambito del Sir ricadente su Chieti Scalo ma soprattutto agli altri progetti predisposti dal Comune di Chieti in collaborazione con altri enti:

 1)      Recupero ex Caserme (interventi per oltre 25 milioni di euro):

riutilizzo delle ex caserme Berardi e Bucciante che diventeranno la Cittadella della Pubblica Amministrazione e la Cittadella della Cultura.

 

2) Rigenerazione Urbana (progetto in fase di finanziamento del valore di 11 milioni di euro):

2.1) realizzazione di circa 300 posti auto, ampliando il parcheggio di via Gran Sasso e ristrutturazione della scala mobile;

2.2) riqualificazione di piazza San Giustino;

2.3) realizzazione di un parcheggio pubblico nei pressi della Berardi;

2.4) parco tematico al posto delle ex Scuole Vicentini.

 

3) Tunnel (finanziamento complessivo 3 milioni e 500mila euro, fondi comunali e regionali):

completamento del tunnel di collegamento tra Largo Barbella e il parcheggio di via Gran Sasso.

 

4) Residenza Universitaria (finanziamento MIUR 5 milioni e 500mila euro):

realizzazione della Casa dello Studente che ospiterà 600 studenti presso la ex Caserma Pierantoni messa a disposizione dal Comune.

 Con questo strategico programma di lavori  – ha concluso il Sindaco Di Primio - la città vedrà realizzare opere per decine di milioni di euro che genereranno benefici economici e infrastrutturali e produrranno nuova economia ed occupazione».