Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Sotto costante monitoraggio le scuole cittadine

“A seguito dei sopralluoghi effettuati presso i plessi scolastici di competenza comunale di Chieti per verificare la presenza di eventuali lesioni o dissesti dovuti agli eventi sismici del 30 ottobre, il Dirigente del V Settore, Ing. Paolo Intorbida, dopo aver ricevuto dai tecnici le risultanze delle ispezioni, ha rimesso una relazione su tali esiti”.

Lo rende noto il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, dopo aver ricevuto dal Dirigente del V Settore Lavori Pubblici del Comune di Chieti, Ing. Paolo Intorbida, l’esito del sopralluoghi condotti da personale tecnico del Settore Lavori Pubblici e dai tecnici della A.Ge.Pro presso le scuole comunali di ogni ordine e grado (Asili Nido, Scuole dell’Infanzia, scuole primarie e secondarie di primo grado).

Non sono state riscontrate lesioni o cedimenti tali da non consentire l’utilizzo degli immobili ad eccezione di alcune criticità nell’area esterna della Scuola elementare e materna Madonna del Freddo e in un locale archivio della Scuola Media “Chiarini”.

In particolare, presso la Scuola Madonna del Freddo è stata riscontrata una leggera inclinazione su un muretto di recinzione realizzato con mattoni in tufo e posto al di sopra di un muro di sostegno. Si interverrà con una recinzione per mettere in sicurezza l’accesso alla scala di sicurezza della scuola.

Presso la Scuola media Chiarini si sono evidenziate lievi fessurazioni su dei tramezzi relativi ad un locale adibito ad archivio e un bagno per persone diversamente abili.

Si procederà, pertanto, all’interdizione dei locali  da parte dei fruitori della scuola.

L’Assessore ai Lavori Pubblici, Raffaele Di Felice, continuerà a tenere sotto costante monitoraggio la situazione nelle scuole comunali predisponendo ulteriori verifiche oltre quelle già effettuate.