Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Sito di stoccaggio Colle Sant’Antonio: la Regione conferma il finanziamento per la bonifica - Entro il 2017 verranno rimossi tutti i rifiuti

Il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, questa mattina ha partecipato, a Pescara, alla riunione convocata dal dirigente del Dipartimento Opere Pubbliche, Governo del Territorio e Politiche Ambientali/Servizio Gestione Rifiuti della Regione Abruzzo, dott. Franco Gerardini, per definire il percorso da intraprendere per raggiungere la piena messa in sicurezza del sito di stoccaggio di Colle Sant’Antonio, a seguito dell’incendio divampato a giugno 2015.

 

All’incontro erano presenti il Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regionale d’Abruzzo con delega all'Ambiente, Mario Mazzocca, dirigente e funzionari del Servizio Gestione Rifiuti della Regione, il sindaco di Bucchianico, un rappresentante dell'Arta e un rappresentante della Prefettura di Chieti.

«Nel corso della riunione – ha dichiarato il Sindaco Di Primioil rappresentante dell’Arta/Agenzia Regionale per la Tutela dell’Ambiente, ha confermato che i rifiuti campionati nel sito di stoccaggio, sia quelli combusti che quelli incombusti, non sono pericolosi, così come sono al di sotto dei limiti previsti, i valori sui campionamenti delle acque di dilavamento. L’obiettivo ribadito nel corso della riunione – ha proseguito il Sindaco – è quello di mettere in sicurezza il sito, liberandolo da tutti i rifiuti.

La strada da percorrere vedrà, dunque, una serie di adempimenti da parte di tutti, in particolare, l’Arta definirà i codici cer di smaltimento dei rifiuti e il Comune insieme alla Regione definirà il progetto per tale smaltimento. La Regione Abruzzo – ha aggiunto il Sindaco – ha confermato, inoltre, il finanziamento della spesa di bonifica del sito, attraverso un impegno economico nel redigendo bilancio regionale 2017. Con moderato ottimismo – ha concluso il Sindacoauspico che entro il 2017 il sito venga liberato dai rifiuti».