Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Il Ministro Enrico Costa a Chieti, con il Sindaco Di Primio ha inaugurato la Scuola dell’Infanzia “Tricalle” e incontrato le famiglie

Il Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie del Governo con delega alla Famiglia, On. Enrico Costa, questa mattina, con il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, e la dirigente dell’Istituto Comprensivo n. 2, Giovanna Santini, ha inaugurato la scuola dell’infanzia “Tricalle”, in via dei Frentani, recentemente ristrutturata ed adeguata sismicamente per un investimento di circa un milione di euro, alla presenza di autorità militari e civili, del corpo docente, del personale scolastico, degli alunni e delle famiglie.

 

A seguire, il Ministro Costa, dopo la benedizione del parroco della Chiesa di San Francesco Caracciolo, Don Michele Panissa, ha visitato l’edificio scolastico e si è poi voluto intrattenere con i genitori per parlare di iniziative e proposte in favore delle coppie con figli.

«È fondamentale – ha commentato il Ministro Costa - cercare di mantenere il punto sull’adeguamento delle scuole italiane. La scuola rappresenta il futuro e la prospettiva del Paese.

Ritengo essenziale mettere in campo iniziative per rimuovere ogni ostacolo dal punto di vista economico, della carenza dei servizi e della conciliazione tra vita lavorativa e familiare, per favorire coloro che vogliono diventare genitori. È necessario avere una politica organica che si faccia carico delle coppie che hanno figli per far sentire loro uno Stato vicino, con leggi che siano di supporto alla famiglia. Penso, ad esempio - ha proseguito il Ministroad un premio alla nascita che chiamerei “mamma domani”  per le future mamme, ma anche a delle risorse per l’accesso agli asili nido. Oggi, infatti, abbiamo una percentuale di bimbi da 0 a 3 anni nei nidi troppo limitata rispetto alla totalità:  siamo intorno al 21%.  La mia proposta è quella di un voucher non inferiore ai mille euro per supportare le famiglie che devono mandare i bimbi agli asili nido. Ci sono poi – ha aggiunto il Ministro - tante misure per la crescita, per la conciliazione della vita lavorativa e familiare che devono far parte di una politica complessa. Non possiamo andare avanti a spot ma sono necessarie misure stabili. Anche il “bonus bebè”, che oggi è una misura transitoria, deve diventare una misura stabile».

«Oggi riconsegniamo una scuola adeguata simicamente, oltre che ristrutturata, sulla quale l’Amministrazione Comunale ha investito quasi un milione di euro – ha aggiunto il Sindaco Di Primio –. Entro la fine del mio mandato, l’impegno è quello di rendere accoglienti e sicure, sotto il profilo sismico, tutte le scuole comunali. È un investimento che dobbiamo fare per il futuro perché qui vivono i nostri figli, i cittadini del domani. La presenza del Ministro Costa oggi, a Chieti, dimostra l’attenzione, da parte soprattutto di alcuni dicasteri, nei confronti del Paese, una attenzione che vorremmo, però, ancora più forte da parte del Governo. Gli Enti Locali hanno bisogno di aiuto ma soprattutto di maggiori investimenti sul territorio ed in particolar modo per quanto concerne l’edilizia scolastica». 

La dirigente scolastica Giovanna Santini, nel descrivere i mutamenti sociali avvenuti negli ultimi anni nel nostro Paese – dalle famiglie con genitori entrambi lavoratori, a quelle omogenitoriali, piuttosto che quelle disagiate economicamente – si è fatta portavoce nel rappresentare le difficoltà delle famiglie, chiedendo maggiore attenzione verso la scuola in termini di risorse professionali ed economiche.

Al termine dell’incontro, il Sindaco ha voluto donare al plesso scolastico 100 appendiabiti di legno colorato per i piccoli alunni della scuola.

 

 


Cannot Connect to Youtube Server