Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Chieti: il 12 settembre studenti in classe per l’avvio del nuovo anno scolastico. Solo la scuola di via Lanciano riaprirà il 15 settembre per consentire il trasloco degli arredi

10 milioni di euro gli investimenti fatti fin ora sulle scuole dall’Amministrazione Di Primio 

Sindaco Di Primio “Rassicurante l’esito dei sopralluoghi effettuati dopo il sisma del 24 agosto” 

 

“Dopo aver investito oltre 1 milione di euro nelle verifiche di vulnerabilità sismica su tutti gli edifici scolastici comunali (Chieti è uno dei pochi comuni in Italia ad essersi attivato in tal senso) si può tranquillamente affermare che tutte le nostre scuole, ad eccezione delle Nolli e delle Vicentini già chiuse dal 2009, sono agibili. In quasi il 50% di esse sono stati effettuati interventi di adeguamento o miglioramento sismico e nel 90% sono stati eseguiti lavori di ristrutturazione volti anche all’ottenimento della certificazione antincendio. A seguito dei sopralluoghi esperiti dopo il sisma del 24 agosto, inoltre, non sono emerse criticità sugli edifici scolastici. Obiettivo prioritario, oltre che obbligo morale, è completare gli interventi mancanti. In tal senso, faccio un appello a Regione e Governo perché trasferiscano maggiori risorse per tali tipologie di lavori che richiedono milioni di euro di investimenti”.Lo ha dichiarato il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio,questa mattina, nel corso di una conferenza alla quale hanno partecipato l’Assessore ai Lavori Pubblici, Raffaele Di Felice, l’Assessore alla Pubblica Istruzione, Giuseppe Giampietro, il direttore dell’Azienda Speciale Multiservizi “Chieti Solidale”, Angelo Romano, il dirigente dell’ufficio tecnico Paolo Intorbida e il funzionario dell’ufficio “Lavori Pubblici” Ivonne Elia, per illustrare le attività e gli interventi svolti dall’amministrazione comunale in vista dell’apertura del nuovo anno scolastico. 

 

SICUREZZA SCUOLE DOPO SISMA 24 AGOSTO - Nei giorni immediatamente successivi al sisma del 24 agosto 2016, su indicazione del Sindaco Di Primio, i tecnici del settore Lavori Pubblici del Comune di Chieti hanno esperito sopralluoghi presso tutti gli edifici scolastici comunali, confermando che non sono emerse situazioni di criticità sulle strutture edilizie.

VERIFICHE DI VULNERABILITA’ SISMICA: STUDI ESEGUITI A PARTIRE DAL 2009/2010 - COSTO 850.000,00 € di FONDI COMUNALI + 213.000,00 € di FONDI REGIONALI = TOTALE 1.063.000,00 €

Tutti gli immobili del patrimonio comunale (Scuole, Alloggi, Edifici/Uffici) sono stati sottoposti a verifiche di vulnerabilità sismica. Nell’analizzare lo stato di agibilità si sottopone l’edificio ad un grado di reazione.

In seguito alle verifiche fatte a partire dal 2009, gli edifici del Comune di Chieti – escludendo le scuole “Nolli” e “Vicentini” chiuse per inagibilità - non presentano problematiche strutturali tali da non garantirne la stabilità.

INTERVENTI EDILIZIA SCOLASTICA – Si può tranquillamente affermare che è con l’Amministrazione Di Primio (dal 2010 in poi) che sono iniziati i lavori di adeguamento o miglioramento simico sulle scuole comunali, nonché interventi di manutenzione straordinaria e lavori volti all’ottenimento dei certificati antincendio. Precedentemente a tale data erano partiti solo tre interventi di adeguamento sismico.

NUMERO EDIFICI SCOLASTICI COMUNALI (compresi Asili Nido): 32

Dal 2010 in poi, su tutti gli edifici scolastici di tutti i Comprensivi sono stati effettuati interventi che riguardano l’adeguamento o il miglioramento sismico, la manutenzione straordinaria, certificati antincendio, interventi per rimozione amianto.

INVESTIMENTI TOTALI SULLE SCUOLE: € 9.893.417,18

INVESTIMENTI ADEGUAMENTO e MIGLIORAMENTO SISMICO: € 5.147.149,00

Attualmente circa la metà delle scuole comunali sono state interessate da lavori di adeguamento o miglioramento sismico. Sono in fase di appalto altri interventi e sono stati richiesti 610.000,00 € di finanziamenti alla Regione per effettuare interventi su due asili nido (via Amendola e via Arenazze).     

INVESTIMENTI PER MANUTENZIONE STRAORDINARIA, CERTIFICATI ANTINCENDIO E SMALTIMENTO AMIANTO: € 4.746.268.00

NUMERO ALUNNI FREQUENTANTI LE SCUOLE DI CHIETICirca 4900 distribuiti su asili nido, infanzia, primaria e secondaria di primo grado.

SERVIZI SCOLASTICI

Fin da lunedì 12 settembre, il Comune di Chieti garantirà tutti i servizi scolastici: 

Pre e post scuola: al momento 102 bambini iscritti

Assistenza specialistica scolastica: 119 studenti.75 alunni distribuiti su primaria e secondaria di 1° e 44 studenti delle scuole secondarie superiori

Trasporto scolastico: circa 300

Trasporto disabili: circa 20

Servizio mensa: circa 1700 pasti al giorno distribuiti fra scuola dell’infanzia, primaria e sup. di 1°

 

COSTI MENSA, SERVIZIO SCUOLABUS, ASILI NIDO

Per quanto riguarda le tariffe del servizio di refezione scolastica, la Giunta Comunale (il 5 settembre scorso) ha deliberato di revocare la delibera con la quale, il 3 maggio scorso, aveva ritoccato i costi di detto servizio, del trasporto scolastico e degli asili nido. Pertanto, per l’anno scolastico 2016/2017 verranno applicate le tariffe che erano in vigore fin dal 2006. 

 

√ MENU’ MENSA

Nel corso di questi mesi si sono svolte diverse riunioni tecniche con i dirigenti scolastici, i medici della Clinica Pediatrica, i rappresentanti dei genitori degli istituti comprensivi, i rappresentanti dell’Osservatorio mense e della ditta Ladisa, per la predisposizione del nuovo menu scolastico.

Entro la fine del mese sarà reso noto il menù della refezione scolastica, modificato sulla scorta delle indicazioni emerse nel corso delle riunioni e sulla scorta dei criteri suggeriti dai nutrizionisti.

Alla pasta e al riso si alterneranno cereali quali orzo e farro;

Si seguirà una maggiore rotazione delle pietanze, in particolare carne, pesce e uova;

Il menù sarà arricchito di verdure fresche di stagione e sformati;

Sarà introdotto il pane semintegrale una volta alla settimana.