Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

MASTERPLAN ABRUZZO: Costituito il tavolo tecnico comunale per la progettazione delle opere riguardanti la città di Chieti

Il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, questa mattina, presso il proprio ufficio, nel corso di una riunione tecnica con l’Assessore ai Lavori Pubblici, Raffaele Di Felice, l’Assessore all’Urbanistica, Mario Colantonio, l’Assessore agli Affari Legali, Maria Rita Salute, i dirigenti tecnici del Comune di Chieti, arch. Silvana Marrocco e ing. Paolo Intorbida, e il funzionario degli Affari Legali, avv. Marco Morgione, ha costituito il tavolo di lavoro che impegnerà amministratori e tecnici comunali per la progettazione delle opere inserite nel Masteplan Abruzzo riguardanti il Comune di Chieti quale soggetto attuatore.

L’importante documento di programmazione e sviluppo per il territorio, diventato efficace a seguito della firma del Presidente del Consiglio dei Ministri lo scorso 16 maggio a L’Aquila, prevede investimenti per oltre 50 milioni di euro sulla provincia teatina, di cui, circa 19 milioni per la sola città di Chieti.

 

Nel corso della riunione odierna, il Sindaco Di Primio ha voluto affrontare con gli assessori e i dirigenti comunali gli aspetti prettamente tecnici riguardanti il “people mover”, il collegamento veloce lungo 2,1 km fra Chieti Scalo (via dei Vestini) e Chieti alta (Terminal Bus in piazza Falcone e Borsellino) tramite funivia e il completamento del sistema filoviario da via dei Vestini al piazzale Sant’Anna. Al termine dell’incontro il primo cittadino ha voluto rendere edotto anche il Presidente D’Alfonso e la struttura tecnica regionale circa l’esito della riunione.

«Questa mattina, come annunciato qualche giorno fa – ha detto il Sindaco Di Primio -  ho voluto riunire presso il mio ufficio assessori e tecnici comunali che dovranno occuparsi della redazione dei progetti esecutivi e dell’appalto delle opereinseriti nel Masterplan riguardanti la nostra città.

In particolare – ha evidenziato il Sindacoho affrontato con loro gli aspetti più importanti delle due opere strategiche e fondamentali che cambieranno il Dna stesso della nostra città ovvero: il completamento dell’anello filoviario di Chieti, unico nel suo genere nella regione Abruzzo per dimensioni e lunghezza e il collegamento veloce fra la parte alta e bassa della città attraverso un sistema di trasporto massivo come il people mover, vale a dire una funivia che avrà una duplice funzione: 1) collegare in soli 5 minuti il centro storico con l’area dell’ospedale e dell’università; 2) diventare un’attrazione turistica per la stessa città.

Queste due opere – ha proseguito - insieme al raddoppio della linea ferrovia Chieti Pescara, all’utilizzo della nuova stazione di superficie di Madonna delle Piane e altre opere che trovano finanziamento all’interno del Masteplan quali il Centro Regionale per la Vista, la nuova stazione degli autobus, gli investimenti sull’ex Caserma Bucciante che diventerà Cittadella della Cultura e alle opere di riqualificazione riguardanti la ex Caserma Berardi che sarà trasformata in Cittadella della Pubblica Amministrazione, disegnano quello che sarà il futuro, da qui a 20 anni, della nostra città.

Al termine dell’incontro – ha aggiunto il Sindacoho chiesto al Presidente D’Alfonso il supporto, da parte della Regione, per i nostri uffici in modo da procedere celermente in vista dell’avvio dei lavori entro il 2017.

Il prossimo step – ha concluso - è quello della verifica di eventuali situazioni d’impedimento al tracciato della funivia, qualora vi fossero e delle relative modifiche, ma soprattutto l’analisi delle norme che dovranno essere rispettate in modo che si possa procedere alla progettazione esecutiva, alla sua approvazione e all’appalto delle opere».

A breve saràindetta una nuova riunione tecnica alla quale il Sindaco ha chiesto anche la partecipazione della struttura tecnica della Regione per ottimizzare i tempi.