Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

UNA SCELTA IN COMUNE Il Comune di Chieti aderisce al progetto nazionale sulla donazione di organi e tessuti

Il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio e il Vicesindaco Giuseppe Giampietro, questa mattina, con la dott.ssa Lucia Liberatore della ASL 2 Lanciano-Vasto-Chieti, la presidente e il vicepresidente dell’AIDO - Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule - Stefania Fasciani e Alessandro Gattone, e la funzionaria del Servizio Anagrafe del Comune di Chieti, Christina Cavallucci, nel corso di una Conferenza Stampa, hanno presentato l’iniziativaUna Scelta in Comune”, importante progetto nazionale riguardante la donazione degli organi e dei tessuti cui il Comune di Chieti ha aderito.

In collaborazione con il Centro Regionale Trapianti, viene offerta ai cittadini maggiorenni la possibilità di dichiarare, attraverso la compilazione di un apposito modulo, la propria volontà di donare organi e tessuti al momento del rilascio o rinnovo della carta di identità.

 

Tale scelta, che potrà essere modificata in qualsiasi momento, sarà registrata nel Sistema Informativo Trapianti e consultabile dai medici del coordinamento regionale in caso di possibile donazione.

«La civiltà di una sistema organizzato – ha commentato il Sindaco Di Primio - si misura da tante cose, anche dal tasso di sensibilità e di altruismo dei cittadini. L’Amministrazione Comunale, favorendo un’azione che assume una decisione molto importante, ha fatto sì che la città di Chieti oggi possa vantare un tasso di civiltà più elevato sotto il profilo delle procedure. Auspico che tale iniziativa possa generare  un numero significativo di cittadini che prestino il proprio consenso ad essere dei futuri donatori di vita.»

«Anche il Comune di Chieti ha compiuto questa “scelta in comune” – ha aggiunto il Vice Sindaco Giampietro -. Un’iniziativa che riteniamo sia un segno di civiltà e di solidarietà verso il prossimo e un ulteriore, importante servizio che l’Amministrazione offre ai propri cittadini. Dopo un periodo di formazione del personale dell’Ufficio Anagrafe, siamo finalmente operativi nella consapevolezza che l’atto di donare è il più grande gesto d’amore che l’uomo possa compiere.»

 «Anche la Asl Lanciano Vasto Chieti ha attivato, da fine febbraio, tre sportelli per la raccolta delle dichiarazioni di volontà per la donazione di organi – ha concluso la dott.ssa Lucia Liberatore - I cittadini possono rivolgersi ogni giovedì, dalle ore 12.00 alle 13.00, agli Uffici relazioni con il pubblico (Urp) degli Ospedali di Chieti, Lanciano e Vasto dove saranno raccolte le dichiarazioni rese dai donatori e gestite eventuali disdette da parte di chi, dopo avere dato la propria disponibilità alla donazione, dovesse avere un ripensamento. Dopo l'istituzione del registro aziendale, ad oggi, nella Asl Lanciano Vasto Chieti, risultano 43 consensi dati alla donazione e 4 opposizioni.»