Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Sindaco Di Primio - Comunicato - Sanità a Chieti, la maggioranza di centrodestra chiede la salvaguardia dei posti letto

La Maggioranza di Centro Destra in Consiglio Comunale chiarisce la propria posizione in merito alle modifiche riguardanti la Sanità a Chieti e chiede la salvaguardia dei posti letto nella Asl del territorio teatino e la realizzazione del project financing sponsorizzato dalla Regione a Colle dell’Ara

“Sulla Sanità sia privata che pubblica, il Centro Destra, che ha stilato un documento approvato nell’ultimo consiglio comunale, chiede alla Regione di concordare con i territori lo sviluppo, la rigenerazione e le prospettive”. Lo ha dichiarato il Sindaco Umberto Di Primio nel corso della Conferenza Stampa odierna alla quale hanno preso parte il Presidente del Consiglio Comunale, Liberato Aceto, componenti della giunta municipale e i gruppi consiliari di centro destra.

foto

 

«Come già ribadito – ha aggiunto il Sindaco -, non mi iscrivo né al partito della Sanità pubblica né a quello della Sanità privata ma, come Sindaco, ho un’unica priorità: il bene del mio territorio.


La questione più importante da affrontare è la seguente: il trasferimento dei posti letto da una Asl all’altra, nel caso specifico da quella di Lanciano-Vasto-Chieti a quella di Pescara. E’ su questo punto che il Consiglio Comunale chiede l’attenzione della Regione con l’istituzione di un tavolo tecnico del quale faccia parte anche il Comune che ha il diritto di sapere cosa viene deciso sul proprio territorio. 


Se la Regione decide di autorizzare lo spostamento di 41 posti letto di chirurgia e 120 posti in generale fra chirurgia e post acuzie in altra Asl, è evidente che sta falsando e rendendo disomogeneo il rapporto che c’era sul territorio tra quei posti letto e la popolazione. 


A me –
ha evidenziato il Sindaco - non interessa se le cliniche private trasferiscono i posti letto a Pescara o altrove, a me interessa che la mia popolazione non perda nulla in termini di offerta sanitaria e di qualità. Pertanto, chiediamo che quei posti letto trasferiti vengano reintegrati all’interno del nostro sistema sanitario territoriale. Il timore paventato dalla mia maggioranza, che non ha interessi di parte da difendere a differenza della minoranza, è che nell’ambito di una ulteriore riforma della Sanità regionale, Chieti non veda ulteriormente perdere altri posti letto al di fuori di quelli che attualmente già le sono stati tolti.

Sul project financing riguardante il nosocomio di Colle dell'Ara – ovviamente contrari che tale progetto venga realizzato al di fuori del territorio teatino - siamo favorevoli alla sua realizzazione, a patto e condizione che ci venga detto: quanti posti letto sono previsti e che tipo di servizi devono rendere redditizia l’iniziativa di carattere immobiliare.»