Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Sindaco Di Primio - Comunicato - Inaccettabile la posizione assunta da Thales sul sito di Chieti

Thales cessione ramo d’azienda ad una newco

Sindaco Di Primio “Inaccettabile la posizione assunta dall’azienda sul sito di Chieti

«Esprimo la mia vicinanza ai lavoratori Thales di Chieti per le difficoltà che stanno affrontando a causa di una inaccettabile posizione assunta dall’azienda sul nostro territorio». Lo ha dichiarato il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, a seguito delle decisioni assunte da Thales sullo stabilimento di Chieti.

«In questo ultimo anno, la Regione e il Comune hanno tentato di fare pressione sui Ministeri competenti affinché una azienda strategica per il nostro Paese, la Thales, non finisse smantellata e spezzettata. Quello che oggi chiediamo, confidando molto sul lavoro del vicepresidente della Giunta regionale Giovanni Lolli, al quale garantisco tutto il mio appoggio per fare pressioni istituzionali sulla stessa azienda e sul Governo – ha evidenziato il Sindaco - è che Thales torni sui propri passi e non rinunci al comparto Difesa, proponendo un piano che porti o alla cessione, con continuità di lavoro per il sito di Chieti, o ad una rimodulazione dell’attività del sito teatino da parte della stessa Thales.

 

I lavoratori di Chieti non possono essere considerati di serie b rispetto a quelli di altre realtà, è per tale motivo che mi pongo al loro fianco.

Nei prossimi giorni, ogni volta che mi sarà richiesto, sarò al fianco del vicepresidente Lolli per difendere il sito di Chieti. A lui devo riconoscere uno straordinario impegno sia sul tavolo del governo nazionale che con l’azienda in favore delle ragioni dei lavoratori dello stabilimento di Chieti».


Cannot Connect to Youtube Server